Parma, la Serie A è salva con penalizzazione. Il club: “Squalifica iniqua per Calaiò”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

PARMA, ITALY - OCTOBER 21: Emanuele Calaiò #9 of Parma Calcio celebrates after scoring the 2-1 goal during the Serie A match between Parma Calcio and Virtus Entella at Stadio Ennio Tardini on October 21, 2017 in Parma, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)Parma, la Serie A salvata in Tribunale. Cinque punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato di Serie A e due anni di squalifica per Emanuele Calaiò. Questo il verdetto del Tribunale Federale Nazionale sul caso degli sms spediti da Calaiò alla vigilia di Spezia-Parma. Il match consegnò la promozione diretta ai ducali, grazie anche all’incredibile pareggio del Frosinone contro il Foggia. Gli emiliani dunque tirano un sospiro di sollievo e possono cominciare a pensare seriamente al prossimo campionato di serie A. Più difficile la situazione di Calaiò, che a 36 anni vede la sua carriera di calciatore professionista praticamente chiusa in anticipo. Cadono così le speranze di ripescaggio del Palermo, anche se i siciliani preannunciano ancora battaglie legali. Ma anche il Parma non ha accolto bene la sentenza e ricorrerà alla Corte Federale d’Appello. 

Leggi anche:  Tabellone calciomercato estivo Serie A 2021 LIVE: tutti gli acquisti e le cessioni delle venti squadre

I gialloblu hanno emesso un comunicato per dare il proprio punto di vista sulla sentenza del Tribunale Federale:Il Parma Calcio 1913 prende atto con enorme amarezza della sentenza emessa in data odierna dal Tribunale Federale Nazionale. Riteniamo abnorme la condanna del nostro tesserato Emanuele Calaiò rispetto ai fatti all’origine del deferimento e iniqua, illogica ed in contrasto con la recente giurisprudenza sportiva la pesantissima penalizzazione per responsabilità oggettiva inflitta alla nostra società. Confidiamo che la totale estraneità del Parma Calcio 1913 ad ogni comportamento meno che lecito venga riconosciuta già dalla Corte Federale di Appello, a cui ricorreremo in tempi brevissimi, nell’auspicio di trovare giustizia”.

 

La promozione del Parma sia stata meritata sul campo, i messaggi di Calaiò non hanno avuto influenze sul match dei ducali con lo Spezia. Anche perché una vittoria del Frosinone con il Foggia avrebbe spedito lo stesso il Parma ai playoff. Un caso che continuerà a far discutere, anche perché dopo il verdetto tutti sembrano scontenti. Il Parma ritiene di essere stato punito eccessivamente, come Calaiò. Il Palermo si lamenta del fatto che gli emiliani possano espiare le proprie colpe, presunte e reali, nel prossimo campionato di Serie A.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: