Milan-Roma: i rossoneri si affidano al “pipita” Higuain. Giallorossi dal primo minuto con Karsdorp e Nzonzi

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Gonzalo Higuain – Foto Getty Images© per SuperNews

Si alza il sipario sulla terza giornata di campionato di serie A. Ad aprire i battenti sarà l’attesissima sfida di San Siro tra Milan e Roma, con fischio d’inizio alle ore 20:30. I rossoneri giungono a quest’appuntamento con la voglia di cancellare l’amara debacle del “San Paolo”, quando Higuain e compagni, avanti per 0-2, si sono fatti rimontare dalla banda guidata da Carlo Ancelotti, disputando un match dal doppio volto: positivo per 55 minuti, abulico per il resto della gara. I rossoneri, inoltre, avranno un ospite speciale in tribuna, ossia Kaka, atterrato in Italia nella giornata di mercoledì e che si appresta, a breve, ad assumere l’incarico di scouting per il club di via Aldo Rossi.

La Roma, invece, dopo aver trionfato alla prima giornata, in casa del Torino, grazie ad una rete sul fotofinish di Dzeko, ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per evitare una sconfitta, all'”Olimpico“, contro l’Atalanta. Il match con gli orobici si è chiuso con un pirotecnico 3-3 che ha messo in evidenza le qualità, ma altresì le lacune della squadra capitolina: in balia degli avversari nella prima frazione di gara, per poi essere aggressiva e famelica nella ripresa. Nel frattempo, nella giornata di ieri, i due allenatori, Gattuso e Di Francesco, sono stati protagonisti in occasione delle consuete conferenze stampa della vigilia.

Questo un estratto delle parole pronunciate dal tecnico rossonero: “La carica dobbiamo trovarla tra di noi quando scendiamo in campo, per caricarsi bastano gli obiettivi che dobbiamo raggiungere. Arriviamo da una sconfitta che brucia, contro la Roma voglio rivedere i primi 55 minuti di Napoli. Domani giocheremo a casa nostra e dovremo rimanere concentrati per 95 minuti“.

Il tecnico giallorosso, Di Francesco, invece, si è così espresso a poco più di ventiquattro ore dalla sfida contro il Milan: “Siamo alla seconda giornata e stiamo già facendo il processo a un’annata. Io più che chiacchiere voglio trovare soluzioni e mi auguro di trovare quelle giuste“. In merito alla reazione avuta in occasione del gol del pareggio contro l’Atalanta che gli è costata un intervento chirurgico alla mano sinistra, questo il pensiero dell’allenatore abruzzese: “Ero nervoso ed arrabbiato perché vedevo che non riuscivamo ad esprimere le nostre potenzialità, però non dovevo fare quel gesto. E’ servito di lezione pure per me“.

Spostando le attenzioni sulle probabili formazioni, Gattuso dovrebbe affidarsi al collaudato 4-3-3 con Donnarumma in porta, Romagnoli e Caldara a comporre il duo centrale di difesa, mentre lungo gli esterni spazio ad Abate e Ricardo Rodriguez. A centrocampo confermato il terzetto visto all’opera al “San Paolo” con Kessie, Biglia e Bonaventura. In attacco rientra Calhangolu dalla squalifica, il quale completerà il reparto con Suso e Higuain.

Di Francesco dovrebbe far leva, invece, su un inedito 4-2-3-1 utilizzato nella ripresa della sfida contro l’Atalanta. Olsen tra i pali, Karsdorp sostituirà l’infortunato Florenzi, sull’out di destra, mentre Kolarov agirà sul versante opposto. Duo centrale di difesa formato da Fazio e Manolas. La mediana sarà presidiata da Nzonzi e De Rossi, sulla trequarti, invece, Under, Pastore ed El Shaarawy avranno il compito di supportare la punta di riferimento Dzeko, quest’ultimo sempre a segno negli ultimi due confronti tra Milan e Roma a San Siro. L’arbitro designato per dirigere la sfida è il signor Marco Guida della sezione di Torre Annunziata.

  •   
  •  
  •  
  •