Dybala, da Joya a ragazzo triste: la Juventus lo cederà a gennaio?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Paulo Dybala – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Dybala, un caso aperto nella Juventus?Non c’e’ nessuno che ti aspetta mai perché non sanno come sei“, così comincia “Ragazzo triste”, bellissima canzone di qualche anno fa interpretata da Patty Pravo. Vedendo giocare il Paulo Dybala di inizio stagione non si può che pensare a questi versi. Basti pensare ad un anno fa. Nel 2017 di questi tempi l’ex Palermo andava avanti a forza di doppiette e triplette. Un mondiale vissuto da spettatore, l’arrivo di Cristiano Ronaldo e l’esplosione di Bernardeschi: tutto questo ha portato al triste Dybala di oggi. Contro il Frosinone il numero dieci della Juventus ha giocato un’altra partita anonima. Prima largo a destra, poi in mezzo. Niente da fare. Dybala non riesce ad essere un fattore decisivo per la Juventus. Né in campionato, né in Champions League. 

A Valencia ha trascorso tutta la partita in panchina. Dybala in Europa è a secco di gol da una vita. L’argentino non gonfia una rete europea dall’11 aprile 2017, quando segnò una doppietta contro il Barcellona. In un anno Dybala è passato da erede di Messi a esubero nella Juventus. E meno male che Douglas Costa è out per un mesetto, altrimenti lo spazio per l’argentino sarebbe stato ancora minore di quello già concessogli da Allegri. Nessun gol nelle prime 6 partite ufficiali della Juventus, in 2 delle quali non ha neanche calpestato il terreno di gioco. Difficile per Dybala ritagliarsi uno spazio importante in una squadra sempre più Cristiano Ronaldo-centrica. Il tempo c’è ancora, ma se la situazione non dovesse migliorare allora a gennaio potrebbe davvero succedere qualcosa. Il ragazzo triste tornerà Joya lontano da Torino? Presto per dirlo. Ma gennaio arriva, prima o poi.

Dybala, altra chance con il Bologna?

Settimana importante per la Juventus. Sabato all’Allianz Stadium arriverà il Napoli di Carlo Ancelotti. E’ presto per parlare di match-scudetto. Ma è chiaro che se dovessero vincere la Juve si creerebbe un solco già importante tra i bianconeri e le inseguitrici. Prima del big match di sabato c’è però un turno infrasettimanale. A Torino arriva il Bologna di Pippo Inzaghi. I rossoblu hanno centrato la prima vittoria stagionale con la Roma e arriveranno all’Allianz Stadium con la testa molto più leggera. Impegno casalingo anche per il Napoli, che ospiterà il Parma al San Paolo.

Allegri terrà certamente conto dell’impegno contro gli azzurri e cercherò di gestire le forze. Possibile un turno di riposo per Mandzukic, il croato è apparso un po’ stanco con il Frosinone. Senza l’ex Bayern Monaco in campo ecco che risalgono le quotazioni di Dybala. L’argentino potrebbe essere schierato nel tridente insieme a Cristiano Ronaldo e Bernardeschi. Come detto la Joya è ancora a secco di gol in questo inizio di stagione. Un’astinenza che alla lunga potrebbe diventare un problema per uno abituato a segnare con le sue medie. Dybala proverà a strappare una maglia da titolare anche con il Napoli, anche se appare difficile scalzare uno tra Ronaldo-Mandzukic-Bernardeschi. Nella passata stagione fu proprio l’ex Palermo a fornire l’assist vincente a Higuain per la vittoria al San Paolo. Ora il Pipita non c’è più alla Juve. Da gennaio non ci sarà neanche la Joya? Vedremo.

  •   
  •  
  •  
  •