Milan-Atalanta: rossoneri per sfatare un tabù, gli orobici vogliono uscire dalla mini crisi. Le probabili formazioni

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Uno dei match più interessanti nel panorama della quinta giornata del massimo campionato è quello che andrà in scena domani alle ore 18 tra Milan e Atalanta allo Stadio Giuseppe Meazza. La squadra di Gattuso prima del successo in Europa League contro il Dudelange aveva impattato a Cagliari per 1-1. Gasperini e i suoi arrivano da tre risultati negativi consecutivi considerata l’eliminazione subita in Europa dal Copenaghen, gli orobici devono allontanare quella che a tutti gli effetti è una mini crisi e per farlo devono confermare il loro buon andamento nella Milano rossonera con quattro risultati utili consecutivi negli ultimi anni.

Precedenti e curiosità

I rossoneri sia pure in vantaggio nel computo totale dei precedenti, non battono i nerazzurri in casa dal 2014. Il pari manca dal 2003 quando le due squadre offrirono un grande spettacolo concludendo 3 a 3. Quella di domani sarà la settima sfida a Milano in Settembre: lo score in questo caso parla di quattro vittorie meneghine, un pareggio e un successo bergamasco datato 2012.

Leggi anche:  Bel gioco o risultati? La classifica del possesso palla in Serie A: Juve, Napoli e Atalanta al top, l'Inter...

A dirigere l’incontro sarà il romano Daniele Doveri, con lui il Milan in quattordici match ha perso e pareggiato solo una volta comunque lontano dal proprio stadio. Due volte in meno ha diretto l’Atalanta con risultati per gli orobici comunque soddisfacenti ma meno positivi: sei le vittorie, tre i pareggi e tre le sconfitte; meno confortante le score in trasferta con due vittorie, due pari e due sconfitte.

Sei gli ex della partita di cui quattro in questo momento vestono la maglia del Diavolo, oltre a chi domani sarà assente come Conti e Montolivo, hanno vestito la maglia degli orobici lasciando buoni ricordi anche Bonaventura e Kessiè. Dolci ricordi per Caldara e Romagnoli, i loro esordi in Serie A avvennero proprio contro i bergamaschi. Pasalic e Pessina gli ex ora in nerazzurro.

Sarà anche l’undicesima sfida ufficiale tra i cugini Christian Zapata, difensore rossonero, e Duvan Zapata, centravanti dei nerazzurri. Pur avendo segnato solo due reti in confronti ufficiali alla squadra del proprio cugino, Duvan è avanti nel computo dei successi: ben sei contro i tre del parente, in una sola circostanza il match si è concluso col risultato di pareggio: 1 a 1 Milan-Udinese del 2016.

Leggi anche:  Milan, pronto il rinnovo per Kessie fino al 2026

Le parole dei tecnici alla vigilia

Gattuso non si fida dei nerazzurri e mette in guardia i suoi: “non arrivano da un buon momento e avranno voglia di riscattarsi, attenzione perchè sono una buona squadra”. L’ex centrocampista parla poi delle qualità della sua squadra: “Higuain è fortissimo, dobbiamo servirlo meglio e aspetto i gol di Suso; Bakayoko e Calhanoglu mi hanno deluso ultimamente? assolutamente no”.

Concentratissimo Gasperini il quale nonostante il momento no ha da poco rinnovato con il club di Percassi sino al 2021: “sono felice del rinnovo ma adesso pensiamo al presente e a tornare a fare quello di cui siamo capaci”. Anche a lui vengono poste alcune domande sui singoli: “Barrow? ci punto così come punto su Zapata ed Ilicic che però non è ancora al top, dovrà giocare per ritrovare la forma”.

Leggi anche:  Benevento-Sassuolo, decisiva l'autorete di Barba: i neroverdi tornano a vincere

Le probabili formazioni

Casa Milan – Gattuso conferma gli undici che una settimana fa hanno pareggiato in rimonta a Cagliari con gol del Pipita Higuain. Indisponibili Caldara che ha riaccusato problemi alla schiena e spera di recuperare per l’Empoli, e Cutrone che non ha ancora smaltito l’infortunio rimediato con la Nazionale Under21 nel match contro l’Albania l’11 Settembre. La probabile:

Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuain, Calhanoglu. A disposizione: Reina, A.Donnarumma, Abate, Zapata, Bakayoko, Laxalt, Mauri, Castillejo, Borini, Halilovic, Bertolacci.

Casa Atalanta – Un solo cambio per Giampiero Gasperini rispetto alla sconfitta di Ferrara e dovrebbe avvenire sulla 3/4 dove il croato Pasalic ha più probabilità rispetto a Rigoni e Ilicic, quest’ultimo potrebbe però trovare spazio nel corso del secondo tempo. Altro dubbio per il tecnico riguarda la corsia destra, Castagne favorito su Hateboer. Così domani al Meazza:

Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Zapata, Gomez. A disposizione: Berisha, Gomez, Djimsiti, Hateboer, Mancini, Adnan, Valzania, Pessina, Rigoni, Reca, Barrow, Ilicic.

  •   
  •  
  •  
  •