Milan, è ancora pareggite con l’Empoli: Gattuso rischia tutto con il Sassuolo?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Gennaro Gattuso – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Gattuso, ora è crisi vera per il Milan. In questi casi è sempre meglio cominciare ad analizzare i fatti con l’aiuto dei numeri. Il Milan ha 6 punti in classifica dopo 5 partite giocate. Meno 12 dalla Juventus, meno 9 dal Napoli, meno 6 dalla Lazio e meno 4 dall’Inter. Il Milan ha vinto solo una partita in Serie A. Il Milan subisce gol consecutivamente da 11 partite. Quando è andato in vantaggio in questo campionato il Milan è sempre stato rimontato. Mettiamoci pure un po’ di sfortuna e il quadro è completo. Le tinte però sono sempre più fosche per Rino Gattuso. Il tecnico rossonero sta vivendo quello che l’anno passato è toccato a Vincenzo Montella, cioè sentirsi sempre in discussione a ogni partita. Con l‘Empoli c’è stato il solito copione. Vantaggio iniziale, qualche palla-gol sprecata ed errore nel secondo tempo che costa il pareggio. Assalto finale che ha avuto il solo risultato di esaltare Terracciano, eroe per una sera dell‘Empoli. Il tutto sotto gli occhi di tutto lo stato maggiore milanista. Non il massimo.

Leggi anche:  Atalanta dai grandi numeri (non solo offensivi): la Dea è squadra più corretta del campionato

Di problemi il Milan ne ha più d’uno. La squadra di Gattuso fa fatica a segnare, non riesce a gestire il ritmo della partita quando è in vantaggio e non sembra essere in una condizione fisica brillante. E anche vero che il Milan  ha vissuto un’estate sulle montagne russe. Il passaggio dai fantomatici cinesi a Elliott non poteva essere indolore. La rosa è stata costruita in fretta e furia, lasciando qualche buco nel roster milanista. Gattuso però può fare solo con quello che ha. E il tempo stringe sempre di più. Leonardo dixit.

Gattuso, Sassuolo bivio decisivo?

12 gennaio 2014. Il Milan perde in modo rocambolesco con il Sassuolo e Max Allegri viene esonerato. Domenica prossima, 30 settembre, i rossoneri giocheranno di nuovo al Mapei Stadium contro i neroverdi. Squadra decisamente in salute quella di De Zerbi. Il Sassuolo ha 13 punti in classifica e il miglior attacco del campionato. Non proprio il miglior avversario da trovarsi di fronte per una squadra in difficoltà. Gattuso si augura di recuperare Higuain, mentre Caldara ne dovrebbe avere ancora per un po’. I due acquisti che solo un mese fa facevano sognare i tifosi del Milan.

Leggi anche:  Cabrini su Andrea Pirlo: "Lui non ha influito, contano i giocatori"

Oggi i rossoneri devono rincorrere. Romagnoli e compagni sono a sette punti di distanza dal Sassuolo. Tra i neroverdi ci sono anche due ex come Boateng e Locatelli. Giocatori che per diversi motivi avranno tanta voglia di fare bene contro la loro ex squadra. Gattuso avrà un paio di allenamenti per riordinare le idee in vista del Sassuolo. Il Milan non ha ancora vinto nel mese di settembre in campionato. I rossoneri nel mese in corso hanno vinto solo con i semi-professionisti del Dudelange in Europa League. Un po’ poco per il nuovo corso milanista. Gattuso deve cercare di invertire la rotta. Altrimenti la sua avventura sulla panchina del Milan si trasformerà in agonia. Come Montella l’anno scorso. Un allenatore scelto da un’altra proprietà che alla fine viene cacciato a furor di popolo. E a giudicare dai commenti sui social dei tifosi rossoneri il verdetto del processo-Gattuso è già stato scritto. Di colpevolezza, senza appello.

  •   
  •  
  •  
  •