Parma-Cagliari: D’Aversa e Maran a caccia di conferme. Le parole dei tecnici alla vigilia

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui

Parma – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Lo scontro tra Parma e Cagliari domani al Tardini alle ore 15 sarà il secondo anticipo della quinta giornata di Serie A. I ducali arrivano dal successo di San Siro contro l’Inter per 1-0, guarda caso match disputato di Sabato e alle 15 una settimana fa. I rossoblu hanno impattato tra le mura amiche contro il Milan passando in vantaggio col rientrante Joao Pedro ma venendo raggiunti da Higuain. Per i ducali quello di Milano è stato anche il ritorno al successo nel massimo campionato dopo aver ottenuto un punto nelle prime tre gare. Cagliari che dopo l’infelice esordio ad Empoli ha pareggiato in casa contro il Sassuolo e poi sorprendentemente violato l’Atleti Azzurri di Bergamo.

Parma avanti nei precedenti, ma Settembre sorride al Cagliari

La squadra di D’Aversa è in vantaggio con 16 successi contro i quattro dei sardi e gli undici pareggi. Ma attenzione, nelle quattro occasioni in cui gli isolani hanno sbancato Parma in ben due occasioni si giocava a Settembre: nel 1931 in B e nel 2009 nel massimo campionato, fatto curioso che in ambo i casi si sia giocato il 27. Mese di Settembre che dunque non sorride ai parmensi che hanno superato in casa i rossoblu solo nel 94 col punteggio di 2-1. Nel 2007 le due squadre invece si divisero la posta in palio. 0-0 nelle ultime due sfide ufficiali.

Sarà il 42enne Gianpaolo Calvarese a dirigere l’incontro di domani, per lui un ritorno a Parma in questo campionato dal momento che a lui era stata affidata la sfida tra i ducali e l’Udinese alla prima giornata di campionato. Una designazione che per un discorso di cabala non sarà certamente piaciuta a nessuna delle due squadre: il Parma infatti con il fischietto di Teramo ha ottenuto tre pareggi e quattro sconfitte; per gli isolani sette sconfitte, due pareggi e sole tre vittorie di cui l’ultima risale alla stagione 2013-14.

Sfida speciale o dente avvelenato?

Sono ben sette gli ex di questa sfida. Quattro giocano nel Parma e quello che domani sarà maggiormente in risalto sarà Alessandro Deiola ceduto dai rossoblu in prestito. E se il 36enne portoghese Bruno Alves in Sardegna non ha lasciato particolari ricordi non la stessa cosa si può dire per Gobbi e Munari: il primo ha vestito la casacca rossoblu dal 2004 al 2006 collezionando ben 80 presenze, il secondo è rimasto in Sardegna per una stagione e mezzo rilevandosi tra i protagonisti del ritorno cagliaritano in A nel 2016.

Gli ex attualmente in Sardegna sono invece tre e il dato curioso è che sono tutti cresciuti nelle giovanili del club ducale. Il giocatore che al Tardini ha lasciato un pezzo di cuore è certamente Dessena che con indosso la maglia parmense ha oltrepassato le 100 presenze trovando peraltro il primo gol da professionista in un Siena-Parma del 2005. Altro giocatore che lega al Parma splendidi ricordi è Cigarini, tre anni per lui in Emilia. Giocatore che invece coi Crociati non ha graffiato è stato Cerri, solo due presenze in Prima Squadra per lui.

Le parole dei mister nelle conferenze stampa della vigilia

Rolando Maran, tecnico degli isolani, era atteso ai microfoni di Asseminello questa mattina. L’ex allenatore di Chievo e Catania ha subito dato la sensazione di voler distendere i toni dopo l’esaltante 1-1 interno dei suoi contro il Milan: “non bisognerà concedere spazi, hanno un ottimo tridente; Inglese? è cresciuto, ne sono felice”. Sulla formazione non ha aperto a spiragli: “il ballottaggio tra Farias e Sau lo vincerà chi starà meglio; Joao Pedro? gli manca un pò di condizione ma il gol al Milan lo ha caricato; Cerri? troveranno spazio tutti”.

Nel pomeriggio è stata la volta di Roberto D’Aversa a Collecchio, il 43enne ha messo in guardia i suoi dalla compagine isolana: “il Cagliari non è la Juventus nè l’Inter ma noi dovremo confermare quanto di buono fatto nelle precedenti gare e loro sono una squadra forte con buonissimi giocatori come Pavoletti che dovremo essere bravi a marcare, credo potranno salvarsi in tranquillità”. Ancora indisponibile Alberto Grassi, l’allenatore non ha voluto sentir parlare di turn over: “impegni ravvicinati? sì ma dobbiamo tenere la testa sul Cagliari”.

Probabili formazioni

Qui Parma – Dopo l’eurogol di San Siro mister D’Aversa potrebbe lanciare dal 1′ Di Marco al posto di Gobbi. Dubbi per il tecnico anche sulla corsia difensiva destra dove Iacoponi appare in vantaggio su Gazzola. A centrocampo Stulac ha avuto la febbre in settimana, le sue condizioni saranno valutate nelle prossime ore, non dovesse farcela spazio dal 1′ per l’ex Deiola.

Qui Cagliari – Pochi i dubbi di formazione per Maran, quello più incalzante è a centrocampo dove Ionita è in netto vantaggio su Faragò. L’allenatore dei sardi porta in Emilia anche l’argentino Castro reduce da un attacco influenzale, rimane difficile comunque pensare a un suo impiego soprattutto dal 1′, più probabile possa esserci una staffetta in caso di necessità.

  •   
  •  
  •  
  •