Rivoluzione Milan, Gattuso pensa ad un nuovo modulo: ecco tutte le novità

Pubblicato il autore: Luca Sablone Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

L’inizio di stagione del Milan è stato molto deludente, specialmente perché le mancate vittorie sono arrivate dopo un’iniziale situazione di vantaggio. Il problema è sicuramente psicologico, ma non si può trascurare anche l’aspetto tecnico-tattico. Lo stesso Gattuso in diverse occasione non ha smentito la possibilità di apportare cambiamenti per quel che concerne il modulo di gioco. E quest’ultima è una strada che va sempre più in auge con il passare del tempo.

RIVOLUZIONE MILAN, GATTUSO CI PENSA

La prima idea di Gattuso è quella del 4-3-1-2, che ritaglierebbe così a Calhanoglu il ruolo di vertice basso della manovra rossonera con l’obiettivo di dare maggiore verticalità al gioco. Le sue qualità vanno supportate da un’attenta copertura: perciò il tecnico calabrese potrebbe optare nella composizione delle mezzali utilizzando Bakayoko Kessie. A completare il rombo a centrocampo dovrà esserci il trequartista: il candidato numero uno è sicuramente Bonaventura, che eviterebbe di dare punti di riferimento agli avversari. Già abile nel giocare tra le linee, Jack darà sostegno al duo HiguainSuso: l’utilizzo dello spagnolo come seconda punta si tratta di una sperimentazione già avvenuta lo scorso anno sotto la gestione Montella, che però non ha ottenuto i risultati sperati. Si tratta di una vera e propria rivoluzione tattica. Vederla in atto già stasera contro l’Empoli? No, ma Gattuso ha capito che c’è una strada prioritaria per far rendere al meglio il suo Milan: il cambiamento.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Espulsione Ibra: cosa ha deciso il giudice sportivo. Tutti gli squalificati