Serie A, crisi del gol per i big: se Cristiano Ronaldo stenta gli altri bomber non vanno meglio

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Mauro Icardi – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Dopo tre giornate di Serie A quello che salta all’occhio non è la sconfitta del Napoli a Genova, l’andamento altalenante dell’Inter e nemmeno il punteggio pieno della Juventus in campionato o la brutta sconfitta della Roma contro il Milan, bensì il fatto che i bomber del nostro campionato, tanto attesi e strapagati delle big siano ancora a secco. Parliamo di CR7, Icardi, Dybala e Immobile, che stanno rendendo meno delle aspettative.

Serie A: Cristiano Ronaldo ancora senza gol

Solo 7 gol per la Juventus di Allegri contro Chievo, Lazio e Parma, in un inizio di campionato soft per i campioni d’Italia che tolta la Lazio di Simone Inzaghi non hanno affrontato formidabili squadre. Sono 3 i gol in meno rispetto alla scorsa stagione, quando non c’era in bianconero Cristiano Ronaldo e quando Dybala aveva già messo a segno 5 marcature. Stenta l’attacco juventino, non si sa perché, nonostante le tre vittorie.

Leggi anche:  Probabili formazioni Sassuolo-Fiorentina: ecco le scelte di De Zerbi e Iachini

Serie A: crisi del gol Napoli. Zielinski bomber azzurro

Non fa eccezione il Napoli, che ha ben 4 gol in meno rispetto lo scorso anno e 4 subiti in più. Mertens senza Sarri non sembra più incisivo, e Milik, il favorito del nuovo tecnico Ancelotti non è il bomber che il coach si aspettava. Quello che risalta più agli occhi è però la difesa, che prende troppi gol e con Ancelotti non ci si aspettava di certo una cosa del genere.

Serie A: Inter e Lazio, bomber a secco o quasi

Passando alle squadre di secondo rango nell’Inter salta subito agli occhi la crisi del gol di Mauro Icardi, il bomber e capitano azzurro non ha ancora messo a segno nessuna rete in questo campionato, cosa che di certo non ci si aspetta da un calciatore che guadagna quelle cifre astronomiche e per cui l’Inter fa tantissimi sacrifici per non lasciarselo portare via da squadre più titolate. Ancora peggio va però la Lazio che in tre partite è riuscita a fare punti solo con il Frosinone, neo promossa, e ha segnare solo 2 reti, con un Ciro Immobile, campione incontrastato dei cannonieri di serie A nella passata stagione che ha realizzato una sola rete.

  •   
  •  
  •  
  •