L’Euro-Atalanta è tornata: tre vittorie di fila e Zapata si è sbloccato

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Duvan Zapata – Foto Getty Images© per SuperNewsduvan z

Appare superato definitivamente lo shock derivante dall’eliminazione nel play-off di Europa League, rimediato lo scorso 30 agosto, per mano del Copenaghen. Dopo un avvio di campionato decisamente stentato e ben al di sotto delle aspettative, la Dea è tornata a brillare, forte delle proprie qualità e delle individualità di spicco che gradualmente sono salite in cattedra. L’Atalanta è reduce da tre vittorie di fila, contro Chievo, Parma e Bologna, mettendo a segno 10 gol e subendone solo 2. Nove punti conquistati su nove a disposizione e orobici che salgono a quota 15 in classifica, occupando il decimo posto, a tre lunghezze di distanza dal Sassuolo sesto, ultimo gradino utile per accedere in Europa League.

La gara di ieri pomeriggio contro i felsinei guidati da Filippo Inzaghi non era iniziata nel migliore dei modi, con il gol subito al 3′ da Mbaye. La Dea, comunque, non si è scoraggiata ed ha attaccato a capofitto, relegando sulla difensiva i rossoblù. Ovviamente i padroni di casa non sono rimasti a guardare e di tanto in tanto creavano qualche brivido dalle parti di Berisha ma l’atteggiamento di Ilicic e compagni è stato quello di voler sovvertire un esito assai sgradito.

Leggi anche:  Eriksen, l'agente racconta: "Christian non molla"

Nella ripresa, poi, il match ha cambiato volto. La banda guidata da Gasperini ha preso il sopravvento e al 57′ Mancini, al suo secondo gol consecutivo in campionato, ha ristabilito la parità. Al 70′, poi, Duvan Zapata, subentrato ad inizio secondo tempo al posto di Barrow, non ha fallito l’opportunità, davanti la porta, di freddare Skorupski. Per l’attaccante colombiano è la prima rete in A con addosso la casacca nerazzurra della Dea, interrompendo, così, un fastidioso digiuno.

Il Bologna ha tentato di riacciuffare le sorti del match, sfiorando il pari con Palacio ed Orsolini, ma alla fine a sorridere è l’Atalanta che conquista una vittoria molto importante e significativa in ottica classifica, ribadendo l’ottimo stato di forma psico-fisica, potendo contare su una squadra in salute e sulle doti pregevoli di molti uomini ritrovati, quali Ilicic e Duvan Zapata.

Intervistato al termine del match, queste le considerazioni rilasciate da mister Gasperini che elogia i suoi ragazzi e mette nel mirino la prossima sfida di campionato, assai impegnativa, contro l’Inter reduce da sette vittorie consecutive:” Bravi a non disunirci dopo lo svantaggio. Ora testa all’Inter, che è nel momento migliore. Siamo entrati con tutte le buone intenzioni poi sul rovesciamento abbiamo preso gol, ma non abbiamo cambiato atteggiamento e non ci siamo disuniti. La nostra vittoria è arrivata con la fiducia. Zapata? Duvan dà segnali importanti, il gol di oggi per il suo morale conta tantissimo, ma mi aspetto da lui molto di più. Se riusciamo ad avere il miglior Zapata le nostre potenzialità crescono, per gli attaccanti il gol è un’iniezione di fiducia. Inter? E’ una squadra veramente forte ed è nel momento migliore, era meglio incontrarla prima. Ha dimostrato di essere competitiva con un allenatore bravissimo che mi è molto simpatico, ma giochiamo questa partita con più serenità e più entusiasmo“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: