Fabio Quagliarella bomber irrefrenabile: rendimento da Nazionale?

Pubblicato il autore: Lorenzo C

Avere quasi 36 anni, segnare a raffica e mostrare uno stato di forma da ragazzino, è possibile? Sì, se ti chiami Fabio Quagliarella. La stagione, sin qui disputata, da parte dell’attaccante della Samp è assolutamente travolgente. Il numero 27 del Doria ha realizzato, finora, 14 gol, eguagliando complessivamente il numero di reti messe a segno da Vincenzo Montella nella speciale classifica all-time dei cannonieri in serie A. Oltre a ciò, il cecchino infallibile di Castellammare di Stabia va in gol regolarmente da 10 giornate consecutive, collocandosi ad un passo dal record detenuto da Gabriel Omar Batistuta che nella stagione 1994/1995 trafisse le difese avversarie per 11 gare di fila.

Quagliarella stupisce per la leggerezza con cui scende in campo, l’abnegazione con la quale aiuta i suoi compagni di squadra, il carisma, la leadership in una compagine ambiziosa, che mai come in questa stagione può tentare di conquistare un posto per la prossima edizione di Europa League. I gol da lui realizzati non sono mai banali.

Leggi anche:  Pioli conferma: "Addio allo scudetto, dobbiamo fare meglio e arrivare fra le prime 4"

Anche ieri, al “Franchi” di Firenze, ha sfoderato parte del suo repertorio: infallibile dagli undici metri, straordinario nell’inventarsi la rete del provvisorio 2-3. Servito dal neo entrato Gabbiadini, l’inossidabile Fabio ha intercettato la palla, spalle alla porta, ha poi eluso l’intervento di Pezzella, ha contrastato la marcatura di Milenkovic, ed infine ha estratto dal cilindro una conclusione angolata su cui Lafont nulla ha potuto. Una rete d’antologia per il sempreverde Quagliarella che non sente affatto addosso il peso dei quasi 36 anni.

Convocarlo in Nazionale? Perché no. Roberto Mancini, ovviamente, sta perseguendo una politica di ringiovanimento, convocando interessanti prospetti per il futuro, ma durante la qualificazione all’Europeo del 2020, considerando, tra l’altro, la difficoltà nell’andare in gol mostrata, in maniera preoccupante, anche in Nations League, per quale motivo non puntare sull’attaccante campano, in stato di grazia da inizio campionato?. Difficile, al momento, ipotizzare una risposta.

Leggi anche:  Serie A: Monza-Sampdoria, le probabili formazioni

Non è così scontato che il Mancio lo convochi in vista dei prossimi impegni, tuttavia a beneficiare di ciò è la Sampdoria, squadra ottava in classifica, a ridosso della zona Europa. Quagliarella nel frattempo segna, si dibatte in campo e fornisce costantemente prestazioni sontuose. Non chiamatelo “vecchietto“, Fabio sta dimostrando di tener testa a tutti, come se fosse un talento emergente, esploso improvvisamente.

  •   
  •  
  •  
  •