Juventus-Chievo: Cristiano Ronaldo sbaglia un rigore? Nessun problema, i bianconeri vincono lo stesso

Pubblicato il autore: Lorenzo C

Cristiano Ronaldo fallisce un rigore, il primo durante la sua nuova esperienza in Italia? Nessun problema, la Juventus ha mille risorse ed infinite energie che le permettono di vincere ugualmente. I bianconeri, quindi, nel posticipo del Monday night, valevole per la ventesima giornata di serie A, superano il Chievo, fanalino di coda in classifica, con un perentorio ed ineccepibile 3-0. A seguito di questo successo prosegue la marcia inarrestabile della banda di Massimiliano Allegri in cima alla graduatoria con 56 punti all’attivo, distante nove lunghezze dal Napoli secondo. Miglior difesa del torneo con appena 11 centri al passivo, la Vecchia Signora vanta il secondo attacco più prolifico della A con 41 reti realizzate, meglio ha fatto solo l’Atalanta con 44 gol messi a segno.

Dopo la conquista della Supercoppa Italiana, la Juventus voleva festeggiare al meglio il decimo trofeo conquistato dall’allenatore livornese in sella alla Vecchia Signora, e così per il Chievo non c’è stato scampo. Nonostante qualche scelta di formazione dettata da esigenze di turnover, dagli infortuni e dalla squalifica di Pjanic, i padroni di casa sono apparsi costantemente in pieno controllo della gara, facendo fronte con disinvoltura alla serata piuttosto opaca di Cristiano Ronaldo.

Leggi anche:  Derby Inter-Milan 2023, 1-0 gol di Lautaro: ecco l'analisi completa

Ad aprire le danze ci ha pensato dopo appena 13 minuti Douglas Costa, autore di un tiro dalla distanza che ha trafitto Sorrentino. A seguire l’estremo difensore gialloblù ha dovuto blindare la porta dinnanzi ai tentativi portati avanti da Bernardeschi, Cristiano Ronaldo e Dybala, per poi arrendersi, nuovamente, al 45′ sul tiro ben calibrato di Emre Can, quest’ultimo servito in maniera deliziosa dalla “Joya“. Per il centrocampista tedesco è la prima rete in bianconero, gol che permette ai campioni d’Italia in carica di andare al riposo confortati dal doppio vantaggio.

Nella ripresa, il match rischia di chiudersi definitivamente al 52′ quando l’arbitro Piccinini decreta un penalty a favore dei bianconeri a seguito di un tocco con il braccio, in area, di Bani su tiro ravvicinato di Douglas Costa. Dagli undici metri si presenta la stella, Cristiano Ronaldo, ma Sorrentino è fenomenale nel non lasciarsi sorprendere, deviando sul fondo il tiro del cinque volte Pallone d’Oro. Successivamente i veneti proveranno ad impensierire la retroguardia juventina, creando qualche pericolo dalle parti di Perin, ma dopo un’occasione sciupata maldestramente da Ronaldo, è Rugani, di testa, all’84’, su assist di Bernardeschi, a blindare definitivamente il punteggio sul 3-0 a favore della Vecchia Signora.

Come detto in precedenza, nonostante una prestazione tutt’altro che memorabile da parte di CR7, la Juventus conquista l’intera posta in palio, centrando la diciottesima vittoria su venti gare di campionato disputate. Un ruolino di marcia invidiabile e da schiacciasassi, per una compagine che non poteva essere imbrigliata da un Chievo volenteroso ma con 48 punti in meno rispetto alla Vecchia Signora. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 27 gennaio, all'”Olimpico” di Roma, contro la Lazio, test insidioso ma che i bianconeri affronteranno con il desiderio di dare il massimo per proseguire lungo questo trend positivo, facendo leva su un Ronaldo che di certo proverà a cancellare, con un colpo di spugna, la performance mediocre sciorinata al cospetto dei clivensi.

  •   
  •  
  •  
  •