Parma: sondaggio del d.s Faggiano per Juan Iturbe

Pubblicato il autore: Lorenzo C

Vi ricordate Juan Iturbe, l’attaccante argentino esploso nell’Hellas Verona e poi scomparso con la maglia della Roma? Ebbene, sul calciatore sudamericano è stato effettuato un sondaggio da parte del d.s. gialloblù, Daniele Faggiano. Nulla di ufficiale ma pare che il dirigente del Parma abbia chiesto informazioni su questo attaccante che dopo un’improvvisa esplosione si è gradualmente eclissato.

Ripercorrendo la trama della sua carriera, Iturbe giunse in Italia nell’estate del 2013 ingaggiato dall’Hellas Verona. In terra veneta mostrò le sue doti migliori: velocità, imprevedibilità ed uno spiccato senso del gol. Chiuse il campionato 2013/2014 con lo score di 33 presenze e 8 reti all’attivo. Nell’estate del 2014 la Roma attraverso un’operazione di circa 22 milioni di euro, ingaggiò questo furetto argentino sul quale erano alte le aspettative.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Lazio-Atalanta: le scelte di Sarri e Gasperini

E’ qui, però, che inizia, irrimediabilmente, la sua parabola discendente. Iturbe nella prima stagione all’ombra del Colosseo mette a segno un gol in campionato, uno in Coppa Italia ed uno in Champions League. Cresce il malumore nei suoi confronti ed anche l’argentino appare poco sereno, vivendo una preoccupante fase involutiva. La stagione successiva rimane solo sei mesi nella Capitale, il tempo di andare a segno in una sola occasione in A per poi essere ceduto in prestito al Bournemouth, in Premier League, con la speranza di ritrovare sé stesso. In Inghilterra, però, la sua avventura è avara di soddisfazioni, così da far ritorno alla base nell’estate del 2016.

Nella stagione 2016/2017, cinque apparizioni in A senza segnare alcun gol e la consapevolezza di esser divenuto una seconda scelta per l’allora tecnico Luciano Spalletti. Iturbe, quindi, viene girato nuovamente in prestito, stavolta al Torino, in cui riesce ad andare in gol una sola volta. La sua avventura in Italia pare esser giunta al capolinea. Troppo lontani e sbiaditi i ricordi del calciatore funambolico ammirato con la maglia dell’Hellas Verona.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Lecce-Roma: le scelte di Baroni e Mourinho

Meglio ripartire in campionati più esotici, con minor pressione, facendo leva sul desiderio di ritrovare il calciatore di un tempo. Ecco quindi il passaggio in Messico, tra le fila del Club Tijuana che nel febbraio di un anno fa lo ingaggia a titolo definitivo, a cui fa seguito il trasferimento, a titolo temporaneo, ai Pumas. Il Parma, ora, sulla falsariga dell’operazione Gervinho, ha messo gli occhi su quest’attaccante piombato nell’oblio ma dotato di numeri e qualità interessanti.

Portarlo in Emilia potrebbe essere un azzardo, un salto nel buio, puntare su un giocatore che sta deludendo da svariati anni rischia di rappresentare una mossa incomprensibile, ma Iturbe potrebbe anche manifestare la volontà di rimettersi in gioco con convinzione e orgoglio e Parma potrebbe essere la piazza ideale in cui tornare a sorprendere, smentendo tutti coloro che lo ritengono un giocatore “bollito“.

  •   
  •  
  •  
  •