Xavier Jacobelli (TuttoSport) su SuperNews:”Juve no Ronaldo-dipendente. Napoli e Inter possono puntare a vincere l’Europa League”

Pubblicato il autore: Lorenzo C

Con immenso onore il direttore del quotidiano TuttoSport, Xavier Jacobelli, ha rilasciato un’intervista alquanto interessante al portale web SuperNews, in cui ha parlato delle big del nostro campionato: dalla forza della Juventus, saldamente in testa alla classifica di A e agli ottavi di Champions League, alle ambizioni del Napoli, per poi giudicare il cammino, sin qui, percorso dall’Inter, non lesinando, altresì, un giudizio sul “pipitaHiguain, croce e delizia del Milan di Gennaro Gattuso. Ecco di seguito le affermazioni rilasciate dal direttore Jacobelli

-Juventus eccellente in A e agli ottavi di Champions League. Ma non crede che possa essere un pò troppo Ronaldo-dipendente?

No. Assolutamente no. La Juventus è forte e lo sta dimostrando. In campionato ha inanellato un record ed è organizzata in modo tale da poter ambire alla conquista dell’ottavo scudetto consecutivo. Indubbiamente Cristiano Ronaldo è un valore aggiunto nella squadra di Allegri ma è tutto l’organico ad essere altamente competitivo. 

-Napoli: i meriti di Ancelotti sono ampi e visibili a tutti. Secondo Lei, gli azzurri potranno mettere nel mirino la conquista dell’Europa League e della Coppa Italia?

Sì, a mio giudizio il Napoli ha ampie possibilità di poter centrare gli obiettivi Europa League e Coppa Italia. Il valore di Ancelotti è noto a tutti e anche a Napoli sta mettendo in mostra le sue qualità di condottiero abile ed esperto. Gli azzurri, come detto, possono puntare a conquistare l’Europa League, interrompendo un digiuno che riguarda le squadre italiane iniziato nel 1999 quando fu il Parma di Alberto Malesani ad alzare al cielo, per l’ultima volta, quella che all’epoca era denominata Coppa Uefa.

Capitolo Inter. Al giro di boa i nerazzurri sono terzi in campionato e fuori dalla Champions League. A suo avviso la squadra di Spalletti è stata sopravvalutata ad inizio stagione oppure è questa la sua reale dimensione?

Per poter vincere occorrono anni e comunque l’Inter sta rispettando le premesse. I nerazzurri in fin dei conti sono stati estromessi dalla Champions solamente all’ultimo respiro, per un gol di differenza con il Tottenham. Resta comunque il dato positivo di esser tornati a disputare la massima competizione europea per club dopo sei anni d’attesa ed inoltre ciò servirà per maturare esperienza. Per l’Inter vale lo stesso discorso che riguarda il Napoli o la Lazio, ovvero tutte e tre le compagini italiane hanno le carte in regola per conquistare l’Europa League. 

-Milan: cosa ne pensa delle dichiarazioni rilasciate da Leonardo su Higuain, a margine della presentazione alla stampa di Paqueta’? A suo giudizio il futuro del “pipita” è lontano dalla Milano rossonera?

Non posso sbilanciarmi in tal senso, in quanto la situazione sia piuttosto fluida. Indubbiamente le esternazioni di Leonardo sono state alquanto improvvide perché a mio giudizio Higuain va sostenuto e non criticato. Inoltre l’argentino ha pagato a caro prezzo le assenze che hanno attanagliato la squadra rossonera, altrimenti il suo rendimento sarebbe stato di tutt’altro tenore. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Gasperini e i suoi nuovi goielli: per l'Atalanta è l'inizio di una nuova era