Felipe Caicedo: l’antidivo decisivo nei momenti che contano

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Silenzioso, sta in panchina senza batter ciglio. Quando gioca titolare mostra impegno ed abnegazione e quando entra a gara in corso, molto spesso, fornisce un lauto contributo. Stiamo parlando di Felipe Caicedo, attaccante ecuadoregno in forza alla Lazio. Anche ieri sera il numero 20 biancoceleste ha risposto presente, mettendo in affanno la retroguardia interista. Entrato sul rettangolo verde all’88’ ha sfiorato il gol in due circostanze, chiamando in causa Handanovic, per poi salire in cattedra sfoderando una combinazione magistrale con Immobile, servendogli l’assist del provvisorio vantaggio.

Il resto della storia, poi, la conosciamo, con i biancocelesti acciuffati sul pari nel pieno recupero del secondo tempo supplementare e successivamente trionfatori dalla lotteria dei calci di rigore. La Lazio balza in semifinale di Coppa Italia dove incontrerà il Milan e parte del merito di questo prestigioso traguardo va attribuito a questo centravanti forte fisicamente e dedito al sacrifico. Sin qui la sua stagione, seppur vissuta all’ombra di Ciro Immobile, ha annoverato alcuni picchi verso l’alto come la bella prestazione sciorinata in Europa League, contro l’Apollon Limassol, culminata con l’assist in occasione della rete di Luis Alberto, il gol siglato in campionato contro il Genoa e quello al cospetto dell’Olympique Marsiglia.

Fino ad ora il suo score complessivo parla di 17 presenze e 2 centri all’attivo, non un bottino ragguardevole ma comunque sufficiente per donare la sensazione di poter contare su questo giocatore, giunto a Roma nell’estate del 2017 con l’intento di rivestire il ruolo di valida alternativa all’intoccabile Ciro da Torre Annunziata. Calciatori come Caicedo sono rari in questo mondo del calcio in cui i procuratori pretendono sempre molto dagli allenatori affinché i loro assistiti stiano il meno possibile in panchina e soprattutto di giocatori dediti alle polemiche o alle frecciate via social. Caicedo non è così.

Leggi anche:  Sky o Dazn? Dove vedere Bologna Milan in diretta tv e streaming

Il sudamericano si allena con costanza ed impegno, quando chiamato in causa non lesina fatica e spirito battagliero. In coppia con Immobile non fallisce un colpo, rappresentando una spalla importante per l’attaccante italiano. Non sarà uno dei protagonisti principali nella rosa di Simone Inzaghi, non sarà un leader e molto probabilmente non verrà ricordato per gol eclatanti ma Caicedo è uno in grado di spezzare gli equilibri, di entrare a gara in corso e risolvere le sfide. Ieri con l’assist ad Immobile ha dimostrato, per l’ennesima volta, di essere un giocatore utile alla causa biancoceleste, uno di quelli su cui poter contare al fine di cogliere di sorpresa gli avversari.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: