Formazioni Chievo-Roma: assenti Olsen e Manolas. Gialloblù in avanti con Djordjevic e Stepinski

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Appuntamento questa sera, ore 20:30, per il secondo anticipo della ventitreesima giornata di campionato. A scendere in campo saranno Chievo e Roma, in quanto la compagine capitolina martedì 12 febbraio sarà impegnata in Champions League in occasione del match d’andata valevole per gli ottavi di finale contro il Porto.

La sfida tra Chievo e Roma fa balzare alla mente quanto accaduto nel girone d’andata, quando quella partita disputata all'”Olimpico” rappresentò il leitmotiv della stagione giallorossa, caratterizzata da acuti e battute d’arresto, fiammate positive ed incredibili rimonte subite. In quel caso la banda guidata da Di Francesco era in vantaggio di due gol, nel primo tempo, grazie ai guizzi di El Shaarawy e Cristante, per poi farsi riacciuffare nella ripresa con Birsa e Stepinski, rischiando, tra l’altro, di capitolare ulteriormente. Ciò non fu l’unico episodio che coinvolse la “Lupa“, in quanto situazioni simili vennero rivissute a Cagliari, per un soffio, in casa, contro il Torino, e a Bergamo.

Tornando al presente, però, la Roma è attualmente settima in classifica con 35 punti all’attivo, distante tre lunghezze dalla Lazio quarta, ultimo gradino utile per accedere alla prossima edizione della Champions. Dzeko e compagni sono reduci da cinque risultati utili consecutivi in campionato, con l’ultima vittoria lontano dal proprio stadio risalente al 29 dicembre scorso, in occasione dello 0-2 rifilato al Parma. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico abruzzese ha rivelato che questa sera dovrà fare a meno di due pedine importanti in difesa, ovvero  di Olsen e Manolas, entrambi ai box per infortunio, con la speranza che possa recuperarli in vista della prestigiosa sfida contro il Porto.

Leggi anche:  Panoramica sui portieri delle sette sorelle della Serie A

Il Chievo, invece, è ultimo in classifica con appena 9 punti all’attivo. I gialloblù sono reduci dal pareggio, subito in rimonta, ad Empoli, con l’unica vittoria casalinga che risale al 29 dicembre, nell’1-0 inflitto al Frosinone. I veneti, tra l’altro, detengono lo scettro poco invidiabile di secondo peggior attacco del campionato, con 44 gol subiti, solo l’Empoli ha fatto peggio con 45 reti al passivo. La missione salvezza appare alquanto proibitiva, ma il tecnico Di Carlo proverà a motivare i suoi uomini al fine di giocarsi tutte le chance a disposizione, con l’obiettivo principale di onorare al meglio una stagione drammatica dal punto di vista sportivo.

Dirottando le attenzioni sulle probabili formazioni, Di Francesco dovrebbe affidarsi al 4-3-3 con Mirante in porta, Karsdorp a destra, Kolarov a sinistra. La coppia centrale sarà composta da Fazio e Marcano. A centrocampo fiducia a Cristante, Nzonzi e Zaniolo, mentre in avanti Schick ed El Shaarawy agiranno ai lati della punta Dzeko.

Leggi anche:  Calcio sociale, 'Crazy for Football' in anteprima alla festa del Cinema di Roma

Di Carlo, invece, opterà per il 4-3-1-2: Sorrentino tra i pali, Rossettini e Barba duo centrale di difesa, Bani a destra, Jaroszynski sul fronte opposto. Sulla mediana spazio a Kiyine, Rigoni ed Hetemaj. Giaccherini fungerà da trequartista, a supporto del tandem d’attacco Stepinski-Djordjevic, quest’ultimo chiamato a sopperire all’assenza dell’infortunato Pellissier. L’arbitro designato per dirigere la gara è il signor Rosario Abisso della sezione di Palermo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,