Juventus, l’ottava meraviglia può arrivare già con la Spal

Pubblicato il autore: Mattia Di Battista

Juventus: la festa scudetto dei bianconeri è soltanto rimandata

Juventus ad un passo dal suo ottavo scudetto consecutivo. I bianconeri hanno accarezzato la possibilità di festeggiare già ieri sera, ma il Napoli è riuscito a portare a casa un pareggio molto sofferto contro il Genoa, nonostante la superiorità numerica dal 28′ del primo tempo per l’espulsione di Sturaro. Un pari che ha rimandato al prossimo weekend la festa della Juve che, in caso di sconfitta dei partenopei, avrebbero festeggiato il loro ottavo tricolore consecutivo sul divano.

Juventus: un punto contro la SPAL per suggellare l’ennesimo trionfo con la matematica

La festa è stata soltanto rimandata di un turno. Con la vittoria sofferta (e con tante polemiche) di sabato contro il Milan e il pareggio del Napoli ieri, la Juventus si è portata a 20 punti di vantaggio sui partenopei quando mancano sette giornate alla fine del campionato. Un vantaggio decisamente cospicuo che consentirebbe alla Vecchia Signora di conquistare aritmeticamente l’ottavo scudetto consecutivo già sabato prossimo. Ai bianconeri, infatti, basterebbe un pareggio nella prossima partita di Ferrara contro la SPAL, indipendentemente dal risultato del Napoli. Oppure, in caso di sconfitta a Ferrara, se il Napoli perdesse o pareggiasse contro il Chievo. Un risultato che, se si verificasse, sarebbe un altro record che si aggiungerebbe ai tanti conquistati nel corso di questi anni.

Leggi anche:  Asta di Riparazione Fantacalcio 2023, i giocatori da acquistare: ecco i consigli, top e sorprese!

Juventus: un ottavo scudetto da record

In caso di risultato positivo contro la SPAL, la Juventus aggiungerebbe un record storico ad impreziosire la vittoria del suo ottavo campionato consecutivo. La “fidanzata d’Italia” si laureerebbe Campione d’Italia con ben sei giornate di anticipo. Un record assoluto nella storia del campionato di Serie A, visto che nessun’altra squadra è mai riuscita a vincere lo scudetto con più di cinque giornate d’anticipo. Ci andò vicina soltanto l’Inter di Roberto Mancini nella stagione 2006/2007, la prima post-calciopoli. In quell’occasione i nerazzurri conquistarono il titolo con cinque giornate d’anticipo, concludendo la stagione a 22 punti di vantaggio dalla Roma, seconda classificata. Per i tifosi juventini sarebbe un motivo di gioia in più.

Il dominio della Juve al suo apice, nonostante otto anni di trionfi

La squadra di Massimiliano Allegri potrebbe appuntarsi il tricolore al petto per l’ottava volta di fila ancor prima di Pasqua. Un vantaggio non da poco per il prosieguo della stagione, soprattutto perché permetterebbe di concentrarsi ancora meglio su quello che è il vero obbiettivo da parecchi anni, ossia la Champions League. Un traguardo che suggellerebbe otto anni di trionfi a livello nazionale, cominciati con la gestione di Antonio Conte e proseguiti con Allegri. Otto anni nei quali la Juve ha espresso tutta la sua superiorità su tutte le avversarie di campionato e vuole cominciare a dominare anche in Europa. Al netto delle polemiche arbitrali, la Juventus ha dimostrato di essere la più forte di tutte, dimostrando di non avere ancora la “pancia piena ” di campionati. La partita di sabato prossimo potrebbe chiudere il discorso, nel frattempo però, c’è da mettere nel mirino la Champions e l’Ajax. Mercoledì la gara di andata, martedì prossimo il ritorno, con la speranza di arrivarci già da Campioni d’Italia ed ipotecare l’accesso alle semifinali.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,