Serie A, ecco chi potrebbe beneficiare delle cinque sostituzioni a partita

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui

Le partite da giocare, in Serie A, per completare la stagione 2019/20 sarebbero tante e in poco tempo. Per questo motivo la Fifa sta ragionando sulla possibilità di concedere cinque sostituzione per ogni partita. Questa soluzione potrebbe dare nuove opportunità o creare qualche grattacapo alle big della Serie A.

Ecco le squadre che potrebbero beneficiare delle cinque sostituzioni in Serie A

Il motivo per cui le sostituzioni possibili potrebbero diventare cinque è dovuto a tante partite da disputare in poco tempo e quindi al rischio di infortuni a catena, provocati dall’iperlavoro dei calciatori dopo tante settimane di stop forzato a causa dell’emergenza coronavirus. Comunque sarebbe una soluzione assolutamente temporanea, dettata dall’emergenza e estesa al solo completamento della stagione in corso. Per rendere quest’idea operativa però serve l’autorizzazione dell’Ifab che è l’unico organismo abilitato a modificare le regole del calcio, ma intanto vediamo quale squadre in Serie A potrebbero beneficiare maggiormente di questa innovazione.

Juventus – La rosa allenata da Maurizio Sarri è decisamente larga in diversi ruoli chiave e permette rotazioni importanti. Con cinque sostituzioni a disposizione del tecnico bianconero, potremmo assistere a queste rotazioni: Gonzalo Higuain potrebbe alternarsi in maniera più importante a Paulo Dybala, tornando centrale nel progetto, e permettendo un po’ di respiro a Cristiano Ronaldo. Anche a centrocampo anche i nuovi arrivi Ramsey e Rabiot vedrebbero crescere la possibilità di alternarsi a Pjanic, Matuidi e Bentancur, mentre Khedira dopo i problemi al ginocchio potrebbe ritrovare spazio. Nel cuore dell’estate potrebbe far ritorno anche Demiral in difesa, dopo la lesione al menisco e al crociato, e presenze più continue di Douglas Costa e Danilo.

Lazio – La rosa a disposizione di Simone Inzaghi è sicuramente meno vasta di quella della Juventus, ma i nuovi volti che non si sono integrati completamente nel progetto saranno coinvolti in maniera più importante nelle sue rotazioni. Nel reparto offensivo potremmo vedere maggiori rotazioni per Ciro Immobile che dovrebbe alternarsi con Caicedo, Corre, Luis Alberto e il giovane Bobby Adekanye. Nel reparto difensivo si vedrà più spesso Denis Vavro, ma se non dovesse bastare non è da escludere che di debba pescare anche nelle giovanili.

Inter – In casa Antonio Conte arriveranno nuovi equilibri. Ci sarà un utilizzo maggiore di Christian Eriksen e Sebastiano Esposito, che fin qui sono stati spesso utilizzati come arma da gettare nella mischia a partita in corso e potrebbero trovare moltissime più occasioni dal primo minuto. Discorso analogo per Alexis Sanchez, che dopo l’infortunio ha faticato a trovare spazio e tornerà a disposizione di Conte. In fase difensiva sarà spesso chiamato in causa Andrea Ranocchia per andare in contro a Godin che potrebbe affrontare settimane di superlavoro. Bisogna dare un occhio anche al possibile lancio di Edoardo Vergani e Matias Fonseco, gioiellini della Primavera, e saranno accelerati gli inserimenti in squadra di Victor Moses e Ashley Young.

Atalanta – Potremmo trovare un’Atalanta con una faccia molto rinnovata rispetto a quella vista in inverno, ma con rotazioni molto ridotte da parte di Gasperini. Potremmo vedere in campo tanti neoacquisti di gennaio e Castagne tornerà spesso in campo dopo essere stato oscurato da Hateboer. In caso di carenza di ossigeno del quadrilatero Ilicic – Zapata – Muriel – Papu Gomez, rivedremo il giovanissimo Amad Traoré e il promettente Colley. Non bisogna dimenticare anche i ragazzi della Primavera come Cortinovis e Da Riva per il reparto offensivo e Okoli e Heidenreich per il reparto difensivo.

Roma – La squadra giallorossa ha l’imbarazzo della scelta con Kalinic che potrebbe trovare nuovamente spazio come alternativa a Dzeko e alle loro spalle ci sarà spazio per tutti tra i vari Under,Kluivert, Perotti, Mkhitaryan, Pastore e Carles Perez; con la speranza di rivedere in campo Nicolò Zaniolo.

Napoli – Con Callejon vicino all’addio e Mertens al centro delle voci di mercato, Gattuso dovrà far fruttare l’investimento estivo per Hirving Lozano e sarà preso più spesso in considerazione anche Fernando Llorente, mentre aumenterà il minutaggio di Lobotka e Politano.

Milan – Con la rosa ampia a disposizione, i rossoneri proveranno ad artigliare l’Europa puntando sul rilancio di Paquetà, Krunic, Conti e sul definitivo recupero di Bonaventura. Troveranno più spazio anche i giovani Saelemaekers, Brescianini e Daniel Maldini.

  •   
  •  
  •  
  •