Serie A, tre le date possibili per il ritorno in campo

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui

Con la situazione che in Italia sta leggermente migliorando ci stiamo dirigendo verso la fase 2, cioè quel periodo che darà via al ritorno alla normalità dopo l’emergenza COVID-19. Cosi come il Governo, anche il calcio sta studiando come e quando far ripartire la Serie A, sempre rispettando le norme nazionali di prevenzione del contagio. Il tema del ritorno agli allenamenti è ancora aperto, con tanti pareri contrastanti, ed è probabile pensare al 4 maggio come data per la ripresa del lavoro delle squadre.

Ecco quando si potrebbe tornare in campo

L’ultima partita giocata in Serie A è stata Sassuolo – Brescia il 9 marzo, quindi il calcio in Italia è fermo sostanzialmente da due mesi. Ai giocatori per ritrovare la forma servirebbero almeno tre settimane di allenamenti e si arriverebbe alla prima data utile per la ripartenza del campionato, la più ottimistica e sarebbe il 24 maggio. Lasciando un certo margine di sicurezza e quindi sette giorni ulteriori in più si arriverebbe alla data che i vari club sembrano ritenere la più probabile per la ripartenza, ovvero il 31 maggio. Esiste anche una terza opzione, con una margine di sicurezza più ampio di 14 giorni in più alla prima data e quindi il 7 giugno. Ad ogni modo per giocare i 13 turni restanti per completare la Serie A servirebbero sei settimane e mezzo quindi l’unica certezza, mantenendo tutte le precauzioni (quindi porte chiuse e i vari protocolli FIGC), è che il campionato finirebbe tra l’inizio e la metà di luglio.

  •   
  •  
  •  
  •