Cellino su Balotelli: “Non c’è più con la testa”

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui

Il presidente delle Rondinelle si è espresso sul “caso” del momento in casa Brescia ai microfoni di TeleLombardia. Cellino, infatti, ha espresso la sua opinione riguardo a Super Mario Balotelli, che negli ultimi giorni ha fatto parlare di sé per aver disertato il primo allenamento con la squadra dopo la ripresa post-quarantena. Il colpo estivo del Brescia, di fatto, ha davvero deluso le aspettative in questa stagione.

Cellino su Balotelli, parole d’addio

Ecco le dichiarazioni rilasciate alla tv lombarda da Massimo Cellino su Balotelli:Io sono ancora in ufficio, non so… è successo qualcosa con Balotelli? Io cerco di evitare i tribunali, il caso Balotelli è ingigantito anche perché in questo c’è poco di cui parlare, il calcio è ancora fermo. È un ragazzo particolare, che con la testa non è più qui con noi lo do per scontato. Non c’è nulla di diverso rispetto a quello che ha sempre fatto, è un po’ anarchico. Con la Serie B il contratto di Balotelli si annulla, con ogni probabilità sarà senza contratto l’anno prossimo vista la classifica. Per quanto riguarda il discorso 30 giugno la FIGC ha deliberato che la stagione sportiva finirà il 30 agosto. I contratti si basano sulla stagione sportiva e quindi dureranno 14 mesi. Corini gli ha voluto bene, gli ha lasciato passare ritardi, qualche allenamento a basso ritmo… C’è un po’ di delusione, forse anche lui sarà deluso.” Poi, parlando dell’acquisto dell’ex Inter e Milan, ha dichiarato: “Non è stata un’operazione mediatica ma puramente tecnica. Avrebbe potuto darci un contributo importante. Io pensavo, perchè gli voglio bene, che a Brescia si creasse un qualcosa di nuovo per lui. Siamo delusi.” Di fatto, dunque, il presidente Cellino ha salutato Balotelli, che probabilmente non vestirà più la maglia dei lombardi: ha deuso in maniera evidente, e non ha mai davvero aiutato questo Brescia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  L'Atalanta blinda il suo Pessina (e allontana le big) fino al 2025: progetto nerazzurro a lungo termine