Sampdoria: 30 anni fa l’affermazione in Coppa delle Coppe

Pubblicato il autore: Demetrio Segui


Ci sono date destinate a rimanere per sempre nella storia di un club e nella memoria dei tifosi. Il 9 maggio, in casa Sampdoria, sarà giorno del ricordo dolce dell’affermazione in Coppa delle Coppe ai danni dell’Anderlecht. Era il 1990, oggi sono trent’anni da quella notte a tinte blucerchiate.

Il cammino delle due squadre

La Sampdoria di Vialli e Mancini, finalista uscente, ha avuto un percorso caratterizzato da nessuna sconfitta. Affermazioni nette contro, nell’ordine: i norvegesi del Brann, i tedeschi del Borussia Dortmund, (1-1 a Dortmund e 2-0 a Genova), Grasshoppers e i francesi del Monaco, (2-0 a Genova dopo che in Francia la partita era finita 2-2).

L’Anderlecht, invece, affrontò il Ballymena United, il Barcellona, che aveva vinto il trofeo l’anno prima e partiva anche quell’anno con i favori del pronostico. L’andata in Belgio finì 2-0 per l’Anderlecht che venne poi sconfitto per 2-1 nella gara di ritorno al Camp Nou, passando il turno grazie al gol segnato in territorio spagnolo. Ai quarti toccò alla formazione austriaca dell’ Admira Wacker mentre in semifinale furono sconfitti i rumeni della Dinamo Bucarest.

La finale; Sampdoria vs Anderlecht

La finalissima ha avuto luogo a Goteborg. Il direttore di gara rispondeva al nome di Bruno Galler, origini svizzere per il fischietto. I primi 90 minuti della gara scivolarono via sul filo dell’equilibrio iniziale, si resero dunque necessari i supplementari per decretare il vincitore della contesa. La Sampdoria riuscì ad avere la meglio grazie ad una doppietta di Gianluca Vialli, bravo prima a sfruttare una corta respinta del portiere su un tiro proveniente da fuori area e, poi, a sfruttare al meglio un assist del “gemello” Mancini. Al triplice fischio fu apoteosi blucerchiata.

A trent’anni da quella notte i tifosi blucerchiati ricordano il tutto con piacere e, sicuramente, molta commozione per quanto seppero fare i ragazzi di Boskov, protagonisti di un torneo disputato alla perfezione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: