Alexander Kolarov pensa al futuro suo e della squadra

Pubblicato il autore: Demetrio Segui

Alexander Kolarov
Rappresenta una delle certezze di casa Roma. Ha sempre cercato di metterci la faccia e si è conquistato, nell’arco del tempo trascorso nella Capitale, i gradi di veterano della squadra. Si può dire, con assoluta certezza, che Alexander Kolarov è oramai interamente dentro il mondo Roma.

La carica di Alexander Kolarov

Intervenuto oggi nel corso di un evento Acronis, nuovo partner della società giallorossa, Alexander Kolarov ne ha approfittato per raccontare quello che è stato l’allenamento durante la pandemia. Le sue parole sono state raccolte da Gazzetta.it:”Allenarsi al massimo, anche senza sapere se il campionato sarebbe ricominciato. Noi dovevamo allenarci e mantenerci in forma perchè non sapevamo se e quando il campionato sarebbe ricominciato. Ho fatto il massimo possibile per mantermi in forma. Menomale che avevamo cellulari e tablet, però.” Parole che trasmettono tutta la carica del difensore serbo e, sicuramente, avrà usato i dispositivi tecnologici anche per infondere un pò della sua carica ai compagni di squadra, specialmente ai più giovani perchè, ovviamente, i veterani come lui non ne hanno bisogno. Kolarov oramai è un senatore dello spogliatoio giallorosso, soprattutto dopo gli addii di Totti e De Rossi. Il terzino della Lupa è stato tra quelli, insieme a Dzeko, Fazio e Pellegrini, che ha negoziato con la società per il taglio degli stipendi.

Leggi anche:  Fabian Ruiz positivo al Covid, ironia da parte dei tifosi del Napoli

Quale futuro calcistico?

Alexander Kolarov non ha ancora deciso cosa farà in futuro. Nelle scorse sessioni di mercato ha rifiutato le avances di Sinisa Mihajlovic, non proprio uno qualunque per un calciatore serbo come lui. Il contratto con la società giallorossa scade nel 2021 e c’è già inserita una clausola d’opzione per una stagione in più. Alla scadenza, di fronte al giocatore si aprirebbero due potenziali strade: l’una porta a diventare Presidente Federale o del Comitato Olimpico, in Serbia, mentre l’altra porterebbe a diventare dirigente giallorosso come da richiesta del Ceo Fienga. Alexander Kolarov sta riflettendo attentamente, intanto si allena duramente e cerca di essere un esempio per i compagni.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: