Tifosi allo Stadio, Ricciardi: “In alcune zone é giá possibile”

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Quando sará possibile rivedere I tifosi allo Stadio? Questa una delle domande che accompagna la ripresa del campionato di Serie A. Le restanti 124 gare dovrebbero infatti essere disputate a “porte chiuse” in ottemperanza aI criteri di sicurezza adottati per salvaguardare la salute delle persone.
Sará un calcio diverso, sostengono in molti, meno spettacolare perché privo dei suoni e dei colori che creano un’esperienza a sé all’interno dello Stadio.
Il calcio senza tifosi rischia di essere un evento impoverito, ed allora ecco che molti Presidenti si stanno giá ingegnando per trovare soluzioni al fine di riportare I tifosi allo stadio sempre nel rispetto della salute di ognuno. Nei giorni scorsi vi avevamo parlato di Lecce e Barcellona, pronte a garantire l’accesso ai propri affezionati magari stabilendo delle turnazioni per evitare assembramenti. Oggi un ulteriore apertura in merito é giunta da Walter Ricciardi, rappresentante italiano presso l’Oms, che ha parlato ai microfoni di Rai Radio 2:
Riportare I tifosi allo stadio? In alcune Regioni, teoricamente, si potrebbe giá fare – ha commentato Ricciardi –  Abbiamo zone a zero casi di contagio da diversi giorni. Certo, queste manifestazioni non possono prescindere dalle misure di sicurezza, e farle rispettare a migliaia di persone non é semplice. La riapertura degli Stadi é un’ipotesi di cui si parlerá nel momento in cui la circolazione del virus sará ridotta ai minimi termini”.
Rivedere I tifosi allo stadio non é dunque utopia. Nei prossimi mesi, in caso la curva epidemiologica dovesse toccare lo zero, si potrebbe pensare a una graduale riapertura. Bisognerá comunque usare prudenza perché,come ha ricordato lo stesso Ricciardi “Il virus continua a circolare ed é ancora pericoloso”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mourinho chiama Sergio Ramos, la Roma tenta il colpo