Juventus, i numeri di Morata e Suarez: ecco perché i bianconeri hanno fatto un affare

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


MORATA E SUAREZ, UNA POLTRONA PER DUE: MA ALLA FINE ALVARO E’ PERFETTO PER LA JUVE – In principio fu Arkadiusz Milik. Poi Edin Dzeko, quindi Luis Suarez, infine Alvaro Morata: il mercato estivo della Juventus è ruotato intorno a questi quattro nomi per il post-Higuain, ma alla fine Paratici ha deciso di chiudere per il canterano del Real Madrid, fino all’anno scorso in forza all’Atletico. Nel frattempo Luis Suarez, tra un esame di italiano e un passaporto acquisito più o meno correttamente, è finito proprio ai Colchoneros, che sta trascinando a suon di gol in testa alla Liga.
Tutti hanno gridato al fallimento della Juve nel prendere Morata invece dell’uruguagio, ma guardando i numeri non è poi così vero: certo, Suarez è ed è stato probabilmente il più grande 9 degli ultimi dieci anni insieme a Lewandowski e Benzema, ma l’analisi non può limitarsi al semplice conteggio dei gol. Ecco il confronto tra Alvaro e Luis.

Leggi anche:  "Non è facile provare che sia stato un affare fittizio"

Morata e Suarez, un affare per due: e la Juve è felice così

Se facciamo parlare i freddi numeri alla voce “Gol” in campionato, allora Suarez sembra sovrastare Morata.
MORATA (SERIE A): 20 presenze (15 da titolare), 7 gol (1 gol ogni 182 min)
SUAREZ (LIGA): 22 presenze (21 da titolare), 17 gol (1 gol ogni 101 min)

Ma c’è da considerare un dato: Suarez è l’unico finalizzatore vero nella rosa degli spagnoli, visto che Diego Costa non c’è più e Joao Felix non è certamente un bomber, così come non lo sono i vari Llorente, Lemar o Koke. Nella Juve, invece, Morata è stato preso per lo più per fare la spalla di CR7, e quindi per fornirgli assist. ALlarghiamo quindi lo sguardo verso le statistiche relative agli assist in campionato.
MORATA (SERIE A): 20 presenze (15 da titolare), 8 assist
SUAREZ (LIGA): 22 presenze (21 da titolare), 2 assist

Totale: Morata ha partecipato a 15 gol in 20 presenze (di cui 15 da titolare), Suarez a 19 gol in 22 presenze (di cui 21 da titolare). Ciò rende l’idea di quanto l’impatto dello spagnolo sia tutt’altro che irrilevante sulla squadra di Andrea Pirlo. Ma non fermiamoci qui: i due calciatori sono stati presi anche in ottica Champions League, dove Juventus e Atletico Madrid hanno certamente bisogno di crescere dopo i risultati non felicissimi degli ultimi anni.
Ed ecco allora il confronto (impietoso) tra i due nella massima competizione europea.
MORATA (CHAMPIONS LEAGUE): 7 presenze (5 da titolare), 6 gol (1 gol ogni 80 min), 1 assist 
SUAREZ (CHAMPIONS LEAGUE): 5 presenze (5 da titolare), 0 gol, 0 assist

 

Leggi anche:  Juventus, a Salerno chance per Kean: dovrà risollevare un attacco in crisi

Il confronto conclusivo tra Morata e Suarez: lo spagnolo ha fatto meglio finora

Verrebbe quasi da dire che, forse, non è così sbilanciato il paragone tra i due. In totale, considerando anche Coppe Nazionali e Supercoppa dei rispettivi Paesi, lo score è il seguente:
MORATA (TUTTE LE COMPETIZIONI): 31 presenze (22 da titolare), 16 gol, 10 assist (26 partecipazioni ai gol)
SUAREZ (TUTTE LE COMPETIZIONI): 27 presenze (26 da titolare), 20 gol, 2 assist (22 partecipazioni ai gol)
Insomma, in conclusione possiamo affermare come, tutto sommato, alla Juve possa andare bene così: Suarez è un campione, Morata non lo è e forse non lo sarà mai, ma per questa squadra Morata è, come si suol dire, “tanta tanta roba“.

  •   
  •  
  •  
  •