Rinvio di Inter-Sassuolo, D’Aversa non ci sta: “Ad Udine il Parma è andato con 7/8 positivi. Così è come falsare…”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Il match Inter-Sassuolo è stato rinviato a data da destinarsi dopo che, alle già comprovate positività di D’Ambrosio e Handanovic, nella giornata di Giovedì 18 Marzo il club nerazzurro ha comunicato anche il contagio di Vecino e De Vrij. Qualche ora dopo l’Ats ha stabilito lo scoppio di un focolaio ad Appiano Gentile, ed ha sospeso per almeno quattro giorni l’attività sportiva della squadra allenata da Antonio Conte.
Questa scelta ovviamente ha scatenato tantissime polemiche, soprattutto da parte di alcuni tifosi e addetti ai lavori, che hanno ribadito che in altri casi nonostante un numero ingente di positività si è comunque scesi in campo.

Rinvio Inter-Sassuolo: le parole di D’Aversa

Sul rinvio di Inter-Sassuolo ha ribadito la sua opinione l’allenatore del Parma Roberto D’Aversa: «Su questo tema mi sono già espresso in passato. Purtroppo c’è stato un precedente e ora ci sono interpretazioni diverse rispetto a prima. E parlo a livello generale, non entro nel merito di una squadra come non sono entrato nel merito di una squadra l’altra volta. Guardiamo a noi stessi e andiamo avanti. Quando non c’ero il Parma è andato a giocare ad Udine senza 7-8 calciatori positivi. Detto questo, non è responsabilità delle singole società ma di chi gestisce un po’ tutto il sistema. Non è una polemica, è solo una questione che deve esserci uniformità altrimenti, vuoi o non vuoi, è come comportarsi in maniera diversa e ‘falsare’ un campionato».

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus: rinnovo Dybala più vicino, ecco le cifre
Tags: ,