Non c’è due senza tre: Atalanta matematicamente in Champions (ora testa alla finale)

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

È fatta: l’Atalanta per il terzo anno consecutivo si è qualificata per la prossima UEFA Champions League con una giornata di anticipo. Un traguardo raggiunto con voglia, determinazione, grinta, giocando un calcio meraviglioso e con la fame di chi ha voglia di consolidarsi come grande non solo in Italia, ma anche in Europa. Tale risultato è stato conquistato matematicamente ieri pomeriggio grazie alla vittoria contro il Genoa. Un match che ha rappresentato la fotocopia dell’attuale stagione dei nerazzurri guidati da Gian Piero Gasperini: una squadra dalla mentalità vincente in grado di complicarsi la vita più per demeriti propri che per la reale forza degli avversari (come capita tante volte nel contesto delle “big”).

Nonostante ieri allo stadio Marassi di Genova la partita sia stata al cardiopalma con un’Atalanta che ha tenuto il risultato aperto per 94 minuti tra quattro reti realizzate e tre regalate, la Dea ha centrato il primo obiettivo stagionale, con un secondo posto da mantenere l’ultima giornata contro il Milan. Ora però è necessario pensare soltanto ad una data precisa: 19 maggio 2021. Un giorno che potrebbe significare la scrittura dell’ennesima pagina di storia orobica. Portare a casa quella Coppa Italia che a Bergamo manca da 58 anni (e dopo 3 finali concluse con una sconfitta).

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"
Tags: