Umtiti-Lecce e il caso Normann: parla Corvino. Ecco le parole del ds del Lecce

Pubblicato il autore: Mattia DElia


Il Lecce è scatenato sul mercato ed è pronto a piazzare un colpo da Champions League. Dopo l’arrivo del difensore del Wolfsburg Marin Pongracic, la società giallorossa è pronta a blindare il reparto difensivo con Samuel Umtiti. Sarebbe un vero e proprio colpaccio, anche se il difensore francese, a causa di alcuni problemi fisici, ha giocato ben poco nelle ultime due stagioni. Ecco di seguito le parole di Pantaleo Corvino, direttore sportivo del club giallorosso, sulla trattativa con il Barcellona e il caso Normann.

Le parole di Pantaleo Corvino su Umtiti e Normann

Pantaleo Corvino ha rilasciato alcune dichiarazioni in occasione della conferenza stampa di presentazione di Banda. Ecco le parole del direttore sportivo del Lecce:

UMTITI«Umtiti? A volte vengo rimproverato per essere quello che non riesce a comunicare notizie mediaticamente rilevabili. Il nostro sforzo è navigare al buio per finalizzarle. Quando una notizia viene fuori capite che tutto si complica. Lavoriamo su tante idee, all’ombra, per vedere se sono fattibili, ma succede che qualche idea viene fuori dopodiché tutto è possibile, l’opportunità si può alterare. Spesso, come in questo caso, non si può smentire. E’ una notizia importante, poi a volte alcuni per dimostrare che ne sanno più di altri dicono cose non vere. Continuo a dire che è stata un’idea come tante altre, questa è una trattativa che va considerata tale ed in quanto tale tutto può accadere».

NORMANN – «Il comunicato è stato chiaro e limpido, ribadiamo che alla luce di certe documentazioni c’era la possibilità che lo 0.01% di queste venisse impugnato anche se il 99,99 era a posto. Per evitare che ciò accadesse, per noi o per il ragazzo, abbiamo deciso di evitare. Era un’idea tra le tante valutate per il centrocampo. Lavoriamo con le nostre risorse e con le idee chiare perché il nostro sforzo mira a dare il meglio. Il Salento merita il nostro meglio e quando possiamo cogliere l’opportunità, in un reparto in cui siamo coperti anche se tutto è migliorabile, cerchiamo di cogliere. Pensiamo di avere una mediana all’altezza della situazione tra calciatori che sanno difendere ed altri sono propositivi. Al Lecce serve il lavoro ancor più che i nomi. La squadra è stata cambiata tanto, abbiamo fatto non molto non moltissimo».

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato Milan: in arrivo il vice-Maignan a parametro zero