Lecce, Sticchi Damiani furioso con l'arbitro Massimi (VIDEO): si alza ed esce in anticipo dallo stadio

Il presidente del Lecce, Sticchi Damiani, ha lasciato lo stadio "Giuseppe Meazza" con anticipo, in polemica con l'arbitro Masssimi per l'espulsione di Kristovic e il terzo gol realizzato dal Milan con Almquist a terra dopo un colpo fortuito con Theo Hernandez.

Nell'anticipo di campionato del sabato (ore 15) il Milan ha sconfitto al "Meazza" il Lecce per 3-0, grazie alle reti di Pulisic, Giroud e Leao, blindando praticamente il secondo posto dietro ai cugini dell'Inter.

La squadra salentina ha protestato molto duramente per l'espulsione dell'attaccante Kristovic che sul finire del primo tempo (risultato di 2-0), dopo aver provato un controllo aereo, ha messo la gamba alta sul costato di Chukwueze, arrivatogli alle spalle. L'arbitro Luca Massimi della sezione A.I.A. di Termoli ha deciso per il cartellino rosso.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Salernitana-Verona: le scelte di Colantuono e Baroni

Nella ripresa il presidente del club giallorosso, Sticchi Damiani, già arrabbiato per quanto successo con l'espulsione, ha deciso di lasciare definitivamente lo stadio con largo anticipo (si alza in piedi, con applauso ironico), quando l'arbitro molisano ha deciso di non fermare il gioco in occasione del terzo gol del Milan, con Almqvist a terra (colpo fortuito di Theo Hernandez). Il suo labiale è stato eloquente: "Bravo Massimi".

Sticchi Damiani furioso con l'arbitro Massimi (VIDEO)