Multa Mancini, Ravezzani sbotta: "Un encomio a chi ha scritto la sanzione. Quindi pagando 5mila euro un capitano può..."

Il direttore di Telelombardia Fabio Ravezzani, è stato molto critico sulla solo multa (5000 euro) al difensore giallorosso Gianluca Mancini, per la sua esultanza post derby. A riguardo il giornalista milanese ha fatto un post molto duro sul suo profilo X.


In questi ultimi giorni ha fatto molto discutere l'esultanza post derby Roma-Lazio, del difensore giallorosso Gianluca Mancini (match winner dell'incontro), che aveva sventolato una bandiera della squadra biancoceleste con sopra un topo, davanti alla sua curva.

Alla fine per il calciatore è arrivata una multa di 5 mila euro senza alcuna squalifica (come asserivano alcuni addetti ai lavori), con questa motivazione: "Ammenda di 5000 euro per avere sventolato un vessillo offensivo nei confronti della tifoseria della squadra avversaria durante i festeggiamenti post-gara sotto la propria curva".

Multa che tra l'altro pagheranno i tifosi della Roma, visto che un tifoso ha aperto una raccolta fondi online dove ci sono state 750 adesioni e quasi 7.000 euro raccolti sotto lo slogan: "Il romanismo trionferà sul moralismo".

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Alessandro Budel: "L'Italia può arrivare fino in fondo. Juve, a Thiago Motta servirà tempo. Parma da salvezza tranquilla, Nicola per la panchina del Cagliari"

Su questa decisione del Giudice Sportivo, Gerardo Mastrandrea, è stato molto duro il giornalista e direttore di Telelombardia, Fabio Ravezzani, che sul suo profilo X (ex Twitter), ha scritto un post critico, che di seguito vi riportiamo.

Fabio Ravezzani, le sue parole su Gianluca Mancini

"Quindi pagando 5mila euro un capitano può andare sotto la curva amica a sventolare la bandiera con i colori della squadra che ha appena battuto e dentro l’immagine di un sorcio. Bravo Mastandrea, bravissimo Mancini e un encomio a chi ha scritto la sanzione contemplata nel caso".

Fabio Ravezzani, il suo post su X