Carpi, potrebbe scattare l’ora di Concas

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

imageE se toccasse subito a Concas ? E’ una della possibili varianti sulle quali sta lavorando mister Fabrizio Castori, che ha potuto svolgere l’ultimo allenamento a Fiorano prima della partenza per il mini ritiro di due giorni ordinato dalla società. La squadra resterà nei pressi di Parma fino a questa mattina quando, dopo la conferenza pre partita di Castori, la comitiva biancorossa si metterà in viaggio verso la Campania, direzione Salerno. Dunque  Fabio Concas (nella foto), oltre alla prima convocazione, potrebbe addirittura arrivare a indossare una maglia da titolare, che gli manca dalla sua ultima gara in biancorosso nel dicembre 2014 a Lanciano (terminata 1-1 con botta e risposta tra Bacinovic e Gagliolo), quando si fece male anche al ginocchio prima della lunga squalifica per doping. L’allenatore biancorosso lo ha provato anche alle spalle di Lasagna in un 4-4-1-1 che rappresenta una possibile alternativa alla conferma del 4-4-2 con Catellani e Lasagna insieme. Sulla squadra nel suo complesso è ancora presto per fare delle valutazioni, dato che molto dipenderà dalle condizioni di  Struna e Gagliolo, ancora acciaccati. Se nessuno dei due dovesse farcela spazio alla stessa difesa vista con la Ternana. A centrocampo quasi certo il ritorno di Pasciuti a destra, con Crimi che va al ballottaggio (tre per due posti) con Bianco e Mbaye in mezzo, vista la squalifica di Lollo.
Intanto Raffaele Bianco ha confermato di voler continuare a indossare la casacca biancorossa, dopo le voci di mercato che lo vogliono nel mirino del Parma: “Di mercato non so nulla – dichiara il capitano -, io mi sento al centro di questo progetto e vogliamo fare qualcosa di importante anche quest’anno, quindi non ho intenzione di muovermi da Carpi. Ora conta solo la partita di domani, sabato, contro la Salernitana. Con l’arrivo di Bollini hanno avuto una bella scossa, ci aspetta un ambiente caldo, lo stadio con più pubblico della serie B, nonché un avversario esaltato dopo la vittoria di Frosinone e la bella prova di Bari, dove non meritavano di perdere. Ma noi da parte nostra vogliamo fare quel salto di qualità che ci manca per avvicinarci ai primi posti”. Bianco sta facendo consistenti passi avanti dal punto di vista fisico dopo il problema all’inguine che lo ha costretto a saltare tutta la preparazione estiva: “E’ stata un’estate difficile per me – prosegue – e ora con lo staff sto lavorando sodo per recuperare il tempo perduto. Ma più che Bianco conta la squadra. Per assurdo ci succede di giocare meglio in casa e di creare tanto senza fare punti, mentre in trasferta siamo meno belli ma più efficaci. Bisogna trovare la giusta via di mezzo per il match dell’Areki. Mbakogu? Sabato l’ho salutato, ma non abbiamo parlato di mercato”.
Intanto dopo che le voci si stavano facendo via via più insistenti, ora c’è la certezza: l’esperienza di Gianmario Comi e di Leonardo Blanchard è terminata. I due giocatori non sono stati convocati per il mini ritiro parmense e ora si allenano all’antistadio. Sul difensore si registra l’interesse del Verona, mentre per l’attaccante si è mosso l’Avellino. Il Carpi è sempre sulla tracce del già citato Mbakogu, che spera di poter fare allenare già entro la fine del 2006.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: