Serie B: Perugia, Santopadre: “In Figc devono aver più peso i proprietari dei club”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui


Prima dell’assemblea di ieri della Lega, il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport. Durante l’intervista l’imprenditore ha affrontato molti temi importanti: dalla ripresa del campionato, al taglio degli stipendi fino agli obiettivi per la stagione. Inoltre, Santopadre ha sottolineato tutte le difficoltà che la sua squadra sta affrontando in questa fase; e ha rivolto uno sguardo al futuro, con riferimento anche alla panchina del Perugia.
Per quanto riguarda il taglio degli stipendi, Santopadre, nell’intervista, ha affermato di aver: “Cercato di essere comprensivo, evitando contenziosi con i nostri ragazzi. Un paio stanno ancora scalciando, ma settimana prossima, quando saremo tutti presenti, ci daremo la stretta di mano virtuale e finale“.
Un’altro tema centrale di queste settimane è stato la ripresa del campionato. Infatti, anche i tifosi biancorossi in più di un’occasione hanno fatto sentire la loro voce in merito. Il presidente su questo punto ha detto che: “Abbiamo chiesto 3 mesi alla Lega per ricominciare e finire la stagione. Se ripartiamo lo facciamo per una questione economica. Ho il morale a terra, la mia azienda è in ginocchio e non sento soluzioni convincenti. Al governo e al Consiglio federale non ci sono imprenditori, ma solo dipendenti. Dovremmo essere chiamati anche noi a decidere. Non è giusto che chi immette liquidità non possa partecipare alle discussioni. Non sappiamo quali aiuti avremo e non abbiamo ancora un protocollo nostro. Quello per la Serie A comporta costi per 400 mila euro e se poi non si riparte più? Una ripartenza forzata rischia comunque di danneggiare tutto il sistema“.
Il presidente del Perugia alla Gazzetta dello Sport ha parlato anche di due aspetti molto importanti che riguardano la squadra e anche tutti i tifosi: la promozione in Serie A e il futuro di Serse Cosmi. Per Stantopadre il traguardo della promozione in Serie A resta centrale: “Ogni presidente ha la voglia sfrenata di prevalere sugli altri e commette qualche errore: serve più equilibrio“. Mentre, il presidente del Perugia, per quanto riguarda il futuro della panchina biancorossa di Cosmi è apparso nell’intervista più dubbioso: “Non lo so. In questi giorni non ho in testa questo pensiero. Presto per parlarne, ma lo reputo una persona intelligente con cui si può parlare di tutto e mi piace come lavora“.

La Lega B ha deliberato all’unanimità la ripresa degli allenamenti collettivi

Conclusa l’assemblea di ieri, la Lega di Serie B ha deliberato all’unanimità la ripresa degli allenamenti collettivi dieci giorni dopo la definizione del protocollo della Figc. L’assemblea della Lega si è svolta in videoconferenza con la partecipazione di tutti le società di calcio e ha partecipato ai lavori anche il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre.
Al termine dell’assemblea è stato diffuso un comunicato ufficiale: “La riunione ha visto anche la presenza di importanti ospiti del mondo scientifico e della Fifa, invitati dal presidente Mauro Balata per relazionare sullo stato attuale della crisi e fornire chiarimenti ai club. ‘Stiamo lavorando quotidianamente – ha riferito il presidente della Lega B -in un quadro emergenziale, per elaborare le migliori soluzioni possibili e tutelare i club in ogni settore di competenza. Per questo abbiamo istituito un coordinamento che possa aggiornare ma anche fornire servizi alle società riguardanti questa gravissima emergenza e, inoltre, collaborare con Figc e governo per rendere possibile la ripresa del campionato’“. L’Assemblea all’unanimità ha deliberato, quindi che “in ragione dell’assenza al momento di un provvedimento governativo di autorizzazione alla ripresa degli allenamenti in forma collettiva, nonché del relativo protocollo, si ritiene necessario, all’esito dell’eventuale pubblicazione di tale provvedimento e previa valutazione circa l’applicabilità del protocollo stesso da parte dei club, il decorso per la ripresa degli allenamenti in forma collettiva di un periodo di 10 giorni dalla sua emanazione per esigenze organizzative e gestionali“.
L’Assemblea, come indicato nel comunicato stampa ha visto la partecipazione di personalità di rilievo, come ospite tra i massimi esperti anche di Ornella Desiree Bellia, Head of professional Football Fifa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,