Il Pescara beffato al 94′ dal Pisa e dall’arbitro Minelli

Pubblicato il autore: Paolo Pierangelo Segui

Finisce in maniera beffarda la partita tra Pisa e Pescara, che era stata raddrizzata sull’1-1 da una perla del talento biancazzurro Clemenza dopo il vantaggio dei toscani nel corso del primo tempo.

L’1-1 era il risultato più giusto per quanto visto in campo, con un Pisa che ha dimostrato maggiore grinta e tenacia, ma il Pescara dal suo canto ha dominato dal punto di vista del possesso palla, quasi il doppio rispetto all’avversario.
A far discutere e non poco è stata la direzione di gara del signor Minelli, con una differenza di metro nell’assegnazione dei cartellini (biancazzurri ridotti in 10 uomini) che è stata constatata anche dal patron adriatico Sebastiani.

Come se non bastasse, il goal decisivo del Pisa giunto al 94′ non era da convalidare, infatti c’era Vido in posizione influente di fuorigioco che ha inciso e non poco ai danni della retroguardia pescarese e sul morale di un furibondo Legrottaglie.

Leggi anche:  Dove vedere Frosinone-Reggina: streaming e diretta Tv. RAI o DAZN?

In conclusione resta una prova positiva per il Pescara che ha tenuto testa al Pisa in 10 contro 11, ai toscani il merito di avere mostrato una grande tenacia; infine sul direttore di gara Minelli sarebbe opportuno che non dirigesse altre partite del Pescara che con lui non vince mai.

Pisa – Pescara 2-1
Marcatori: 15′ pt Belli, al 44′ st Clemenza, al 94′ st Soddimo

Pisa: Gori; Caracciolo, Benedetti, Belli; Birindelli (dal 32′ st Pisano), Gucher, Marin, Siega (dal 20′ st De Vitis), Lisi (dal 39′ st Pinato); Masucci (dal 20′ st Vido), Marconi (dal 39′ st Soddimo). All. D’Angelo

Pescara: Fiorillo; Drudi, Scognamiglio, Bettella; Crecco, Busellato (dal 43′ st Pavone), Kastanos (dal 18′ st Melegoni), Memushaj (dal 32′ st Maniero), Zappa; Pucciarelli (dal 18′ st Clemenza), Galano. All. Legrottaglie

  •   
  •  
  •  
  •