La cura Breda ha rilanciato il Pescara, ora testa al Vicenza nel ricordo di Rossi

Pubblicato il autore: Paolo Pierangelo Segui

Il campionato di serie B

Il Pescara ha cambiato registro e lo ha fatto nel migliore dei modi, vincendo a domicilio una partita sentita ed attesa come quella contro l’Ascoli di Delio Rossi.

Il nuovo allenatore Breda ha saputo toccare le corde giuste ed i biancazzurri hanno risposto sul campo, vincendo e convincendo con una prestazione maiuscola.
Tra le note più liete c’è stata la grande risposta che è arrivata da parte dei senatori, con i vari Memushaj, Valdifiori e Galano in gran spolvero che hanno saputo guidare i più giovani come Ceter, Nzita ecc.
Mister Breda ha dato le giuste direttive ai biancazzurri, con un modulo 3-5-2 che ha esaltato le qualità dei giocatori, reduci da un periodo nero sotto la gestione targata Oddo.

Quello che ora occorre è la continuità, rimanendo con i piedi a terra ed evitando di fare voli pindarici con a mente, il Pescara ha il primario obiettivo di uscire dalle sabbie mobili nelle quali è finito dopo un avvio disastroso di stagione.
Il calendario pone ora la sfida contro il Vicenza, squadra legata al club adriatico da un solido gemellaggio che risale al 9 gennaio del 1977 e le due squadre ricorderanno il compianto attaccante Paolo Rossi.

  •   
  •  
  •  
  •