Serie C iscrizioni: Lucchese e Fidelis Andria bocciate dalla Covisoc, speranze per la Reggiana

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Ieri 12 luglio è stato un giorno importante per la Serie C, infatti la Covisoc ha emesso i primi responsi per quanto riguarda l’iscrizione al campionato perchè non tutte hanno presentato la documentazione completa.
Escluse da tempo Bassano (fusione con il Vicenza) e Mestre (ripartirà dall’eccellenza), per Lucchese e Fidelis Andria non ci sono quasi più speranze e dovranno ripartire dalle serie dilettantistiche anche se formalmente è ancora possibile presentare ricorso entro le ore 19 di lunedì 16 luglio ovviamente con i dovuti pagamenti.

Per il club pugliese la situazione debitoria era più grande di quel che si prevedesse e infatti la Covisoc ha dato esito negativo sull’iscrizione della società;  anche l’avvocato Di Vincenzo che si stava occupando della vicenda, ha confermato  con un comunicato postato sul suo profilo facebook quello che pensa di questa vicenda:  Ho profuso tutto ciò che potevo e che avevo per mettermi a disposizione e salvare la categoria! Ringrazio chi mi ha dato fiducia, chi ha collaborato con me e ha sopportato ogni mio sfogo! Purtroppo come già più volte ribadito i troppi pochi giorni a disposizione e le difficoltà oggettive riscontrate non consentono la prosecuzione del nostro lavoro! Da oggi ogni ulteriore tentativo di salvataggio non mi vedrà della partita”.

A questo punto si starebbe valutando la possibilità di ripartire dalla Serie D con una società completamente nuova.

Leggi anche:  Dove vedere Foggia-Virtus Francavilla Serie C, streaming gratis e diretta tv Antenna Sud

Invece per la Lucchese la situazione è anche peggiore, perchè il club toscano, al di la delle vicende legate al passaggio di proprietà dopo l’uscita di scena dopo poco più di tre mesi di Lorenzo Grassini, non ha pagato gli stipendi, non ha versato i contributi e nemmeno ricapitalizzato, anche se il club rossonero fino ad ora non ha emesso nessun comunicato.
Nei giorni scorsi si era fatta avanti una cordata fiorentina, ma chiedeva per entrare in società, che i vecchi soci coprissero i 464 mila euro per la ricapitalizzazione, ma ovviamente anche questo tentativo è stato vano.

Per quanto gli altri club a rischio iscrizione si è aperto uno spiraglio di luce per la Reggiana con la proprietà che vorrebbe risanare, presentare la fideiussione e trovare un accordo con il Sassuolo per lo stadio Maipei; se Alice Piazza (moglie del presidente del club emiliano che si sarebbe defilato) entro lunedì’ 19 luglio ce la farà, il club potrà salvarsi ma partirebbe con una pesante penalizzazione in classifica.

Leggi anche:  Dove vedere Casertana-Bari: streaming gratis e diretta tv Serie C

Invece Trapani, Juve Stabia e Triestina sono state bocciate causa mancato pagamento della fideiussione entro il termine del 30 giugno; fermate a sorpresa anche Monza e Pistoiese per alcune incognite infrastrutturali, comunque facilmente superabili, infine richiamo per Cuneo, Matera e Siracusa alle prese con vicende societarie; comunque tutte queste ultime squadre nominate dovrebbero farcela cavandosela mal che vada con una penalizzazione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: