Serie C: il caos regna sovrano e l’inizio del campionato è sempre più un’incognita

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Siamo ormai all’inizio di agosto e nel campionato di Serie C ancora non si sa quante e quali squadre parteciperanno al torneo 2018-19; tutto è ancora in discussione e ballano ancora i famosi sette posti vacanti.

Visti i tanti procedimenti legati al mondo della giustizia sportiva, si è deciso di slittare il varo dei calendari probabilmente al 22 agosto (l’ufficialità si avrà lunedì prossimo) con il conseguente slittamento dell’inizio del campionato a data da destinarsi (si spera almeno nel primo weekend di settembre), quando invece era stato ufficializzata la data d’esordio al 25-26 agosto.

Ennesima estate vissuta nel caos per la terza serie italiana, dove ogni anno la situazione peggiora sempre di più, basti pensare ai casi di Modena, Vicenza e Arezzo accaduti durante l’ultima stagione, senza considerare tutte le varie penalizzazioni in corso d’opera di molte squadre che hanno di fatto falsato il campionato.

Va detto anche che la Serie C paga anche la situazione critica della Serie B con tre squadre escluse (Avellino, Bari e Cesena) che ha creato un numero altissimo di situazioni incerte legate all’ammissione dei ripescaggi; in questo momento Novara, Catania e Siena dovrebbero salire in Serie B (il condizionale è d’obbligo) lasciando tre posti per la terza serie che sommati ai quattro posti già vacanti fanno salire a sette il numero delle caselle da riempire.

Il problema che ora soltanto tre squadre hanno i requisiti certi del ripescaggio e sono Cavese, Imolese e Juventus B facendo si che il campionato di Serie C potrebbe avere solo 56 squadre invece delle canoniche 60 e si sta ipotizzando di fare un girone da 20 e due da 18, per limitare i danni; insomma un caos che sta prendendo sempre più i contorni di una farsa.

Intanto nelle terze serie francese (Championnat National) e tedesca ( 3.Liga) il campionato è addirittura iniziato la settimana scorsa, quella inglese (League One) partirà domani pomeriggio ed infine quella spagnola (Segunda Division B) comincerà l’ultimo weekend di agosto; in tutte queste nazioni i calendari sono stati sorteggiati tra giugno e luglio come in tutti i paesi normali, e l’Italia mestamente non sa nemmeno all’inizio di agosto quali squadre parteciperanno alla Serie C, figuriamoci poi il calendario; il problema che continuando di questo passo la situazione precipiterà sempre di più, con il serio rischio che gli sponsor, che ormai sono la salvezza delle squadre, si allontaneranno sempre di più.

  •   
  •  
  •  
  •