Serie C: il Foggia e l’Arzachena in bilico, non si iscrivono Albissola, Lucchese e Siracusa

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

In Serie C alla scoccare della mezzanotte di ieri sera è scaduto il termine per l’iscrizione al campionato 2019-2020 e purtroppo tre società non sono riuscite a farlo per varie problematiche economiche mentre due sono i bilico.

Una delle due in bilico è il Foggia che solo dodici mesi fa festeggiava la promozione in Serie B e in poco più di un mese, prima è stata retrocessa sul campo nella terza serie, ed ora rischia di non partecipare al prossimo campionato. Il proprietario del club pugliese Franco Landella, che ha messo in vendita il club al prezzo simbolico di un euro, ha cercato fino all’ultimo di trovare qualche imprenditore che potesse salvare la categoria ma dopo tante promosse fatte nelle settimane scorse da alcuni sponsor, alla fine nessuno si è fatto avanti concretamente. Ma alla fine sembra che proprio in extremis due imprenditori napoletani avrebbero acquisito la società pugliese, spedendo la fideiussione obbligatoria per partecipare al campionato all’ultimo istante. Oggi se ne saprà di più se tutto è andato a buon fine.

L’altro club in bilico è all’Albissola, dove la squadra savonese paga soprattutto il fatto di non avere uno stadio per disputare le partite casalinghe che ha costretto il patron Gianpiero Colla a desistere e molto deluso dalle amministrazioni locali che si sono a suo dire disinteressate del club. Quando sembrava tutto finito anche qui sembra che la società sarda abbia spedito la documentazione in extremis, ma da rumors di corridoio sembra che questa sia incompleta, anche qui oggi ci saranno delle comunicazioni ufficiali, ma trapela pessimismo.

L’Arzachena dopo le dimissioni del presidente di Menio Fiorini che lasciato tre mensilità non pagate, non ha trovato nessun acquirente in grado di acquistare il club sardo e pagare la quota di partecipazione al campionato, la quota associativa, la fideiussione e gli stipendi arretrati. Dopo solo due stagioni giocate in Serie C, finisce mestamente l’avventura della squadra sassarese nel calcio professionistico.

La Lucchese dopo la salvezza nei playout vinto ai calci di rigore contro il Bisceglie, non ce l’ha fatta per problemi economici che già nel corso della stagione gli sono costati 25 punti di penalizzazione, in più alla fine c’è stata anche la grana dello stadio Porta Elisa non più a norma e con il club che non è riuscito a trovare un impianto alternativo nonostante il sindaco della città toscana Alessandro Tambellini si sia impegnato a cercare qualcuno che potesse essere interessato ad ospitare la squadra rossonera, ma alla fine ha dovuto abdicare.

Infine niente da fare anche per il Siracusa dove dopo che il presidente Giovanni Alì ha deciso di non continuare, nessuno si è fatto avanti, nonostante alcune trattative nelle settimane scorse con alcuni imprenditori locali, dunque con i troppi debiti accumulati l’iscrizione praticamente era impossibile. Ora servirà qualcuno per poter disputare almeno il campionato di Serie D.

Discorso diverso per la Viterbese che alla fine si è riuscito ad iscrivere, ma il patron Piero Camilli ha comunicato che se nessuno rileverà il club, andrà avanti solamente con la squadra Beretti.

Nei prossimi giorni verranno ufficializzati quali squadre saranno ripescate dalla Serie D e che potranno dunque partecipare al campionato di Serie C 2019-20.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: