Lega Pro: innovazione con la George Washington University

Pubblicato il autore: Paolo Russo Segui


La Lega Pro ha avviato una collaborazione con un’università americana, la George Washington University, con lo scopo di apportare innovazioni tecnologiche per il futuro della terza serie del calcio italiano.

Lega Pro a scuola di innovazione

Un percorso di aggiornamento ed innovazione, finalizzato allo sviluppo. Questa è la strada che la Lega Pro vuole intraprendere dalla collaborazione con la George Washington University. Gli studenti dell’università americana produrranno una tesi sull’innovazione sportiva, con la supervisione di N3XT Sports, partner della Lega Pro.

L’obiettivo della collaborazione con George Washington University

Paolo Carito, responsabile sviluppo strategico, marketing e commerciale della Lega Pro ha dichiarato: “Il lavoro, che sarà ultimato a luglio, determinerà come la Lega Pro possa diventare un “laboratorio” oltre che di formazione, anche di tecnologia e innovazione destinato a offrire i propri servizi ai propri club. Il report analizzerà quali sono le tecnologie che potranno essere implementate dai club con il minor rapporto costi/benefici e su quali servizi/prodotti la ricerca si debba concentrare“.

Vogliamo mettere a disposizione dei nostri club – conclude Paolo Carito – nuovi strumenti e mezzi per implementare il processo di innovazione che una società sportiva moderna deve governare per competere sul mercato.”

La direttrice del Master della George Washington University, la Dottoressa Delpy Neirotti, ha rimarcato lo spessore di tale iniziativa: “Un onore lavorare con Lega Pro e N3XT Sports. La ricerca consentirà ai nostri studenti di trasformare la teoria in pratica.”

  •   
  •  
  •  
  •