Pescara: dopo allenatori quarantenni, si punterà ad un tecnico esperto

Pubblicato il autore: Paolo Pierangelo Segui

Tempo di programmare in casa biancazzurra, dopo l’amara retrocessione che ha portato il Pescara in serie C dopo undici anni trascorsi tra serie A e serie B.
Ci sarà una rifondazione e non potrebbe essere diversamente dopo un campionato così deludente, per cui dai giocatori fino all’allenatore ci sarà un rinnovamento generale.

Il primo nodo da sciogliere sarà quello relativo al nuovo allenatore biancazzurro, e negli ultimi giorni sono circolati i primi nomi papabili alla panchina del delfino.
Dopo le ultime due stagioni che hanno visto in riva al’Adriatico dei tecnici poco più che quarantenni come i vari Zauri, Oddo, Legrottaglie e Grassadonia, è logico aspettarsi che stavolta la società punterà su un allenatore di esperienza.

Un nome affascinante ed anche romantico se pensiamo ai suoi trascorsi, è quello di Zdenek Zeman, il boemo che ha guidato 2 volte il Pescara, una annata in particolare è ancora indelebile, ovvero quella relativa alla promozione in serie A del 2012.
Il tecnico di Praga è molto legato alla città adriatica e tra l’altro da alcuni giorni è partita una campagna per il suo ritorno a Pescara, con una raccolta firme organizzata da un ristoratore pescarese e che ha già ottenuto diverse centinaia di firme a sostegno di Zeman.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Criscitiello sul Taranto: "Vederlo in D era pura follia, una piazza importante che riconquista il professionismo. Per il seguito che ha forse..."