Caso Salernitana, Gentile: “Evitata ingerenza di Lotito e Mezzaroma”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

L’avvocato di Lazio e Salernitana, Gianmichele Gentile, ha parlato a Radio Punto Nuovo circa il ‘Caso Salernitata’, che riguarda strettamente il presidente Lotito. Ecco le parole dell’avvocato su questa vicenda che terrà banco senza ombra di dubbio nei prossimi giorni:

“Il blind trust è stato con i paletti imposti dalla FIGC. È stata evitata ogni ingerenza di Lotito e Mezzaroma. Il trustee sono due società autorizzate dalla Banca d’Italia. Ci sono due guardiani: uno di Lotito ed uno di Mezzaroma. I guardiani non hanno poteri. C’è un nuovo amministratore che è la società. Poi, ci sono i soci rappresentati da un trust. La Salernitana si rivolge al trust. Al momento, Fabianicredo rimanga. L’amministratore si metterà d’accordo con i soci”.

CESSIONE SALERNITANA – “Sono stati versati soldi con i trustee per con la gestione della società. Dura 6 mesi, a partire da ieri, la Salernitana deve essere ceduta. Il trustee dovrà fare una valutazione economica della società. Deve stabilire quanto valgano le quote sociali. Non le vende se la Salernitana non interesserà a nessuno. Lotito non può intervenire. Radrizzani? Chi ha cercato di comperare, voleva speculare. Adesso, la due diligence sarà fatta dal trust. L’unico rapporto consentito con la vecchia proprietà è sul prestito dei giocatori. Gravina ha autorizzato tutto. La Salernitana può acquistare giocatori dalla Lazio. La filosofia di fondo: bisogna evitare qualunque tipo di contatto tra la proprietà Lazioe la nuova gestione del trust della Salernitana. Sia sull’allenatore che sulla dirigenza deciderà il trust”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lega Pro: il Mantova trova la prima vittoria in campionato ai danni del Piacenza