Carlos Bacca torna al Milan? Un’ipotesi da non scartare

Pubblicato il autore: Gabriele Pacecca Segui

Dopo il prestito al Villareal, Carlos Bacca torna momentaneamente al Milan. Molto probabile il riscatto del colombiano esercitabile dagli spagnoli, ma un suo definitivo ritorno in rossonero non sarebbe da sottovalutare.

La stagione calcistica che si è appena conclusa ha emanato un verdetto piuttosto negativo per il Milan, ovvero la mancanza di un centravanti di caratura internazionale. Lo score gli attaccanti rossoneri è stato piuttosto esiguo, a parte una piacevole eccezione che certamente rappresenterà il futuro, non solo della squadra di Gennaro Gattuso, ma anche della Nazionale Italiana

Carlos Bacca, la vera alternativa nel ruolo di punta


Adrien
Silva, mister 38 milioni più due di bonus, non ha ripagato la cifra spesa dal duo Mirabelli – Fassone. Solo 2 le reti fatte in campionato. Meglio è andata in Europa League con 8 centri del lusitano tra preliminari e gironi. Ancora peggio ha fatto Nikola Kalinic, con 6 reti in 31 giornate di Serie A, oltre a restare a secco nella seconda competizione continentale. L’unica consolazione è arrivata da Patrick Cutrone, vera rivelazione del campionato rossonero, oltre che dell’intero campionato. 18 i centri totali alla prima vera stagione nella massima serie, condita dal debutto in Nazionale maggiore.

Al ritiro estivo di Milanello, a meno che il Villareal non eserciti l’opzione di riscatto, si rivedrà una faccia conosciuta dall’ambiente milanista. Ovvero quel Carlos Bacca acquistato dal Siviglia per 30 mln di euro, e ceduto alla squadra spagnola lo scorso anno, dopo due stagioni. Prestito con diritto di riscatto fissato a 18 milioni; questa la formula della trattativa. In terra iberica l’attaccane spagnolo però ha fatto discretamente bene: 15 gol in 34 partite e il quinto posto in Liga portato a casa. Tuttavia il centravanti classe 86, che a breve parteciperà ai mondiali in Russia con la sua Colombia, non sembra intenzionato a restare.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews


Ritorno al Mila per Carlos Bacca: perché no?

Nonostante la volontà del giocatore, ossia quella di cambiare aria, sarebbe almeno doveroso tenere in considerazione un possibile ritorno di Carlos Bacca a pieno regime nella rosa del Milan. E’ stato infatti il miglior centravanti di razza che abbia calcato i campi di San Siro (sponda rossonera) negli ultimi anni. Dopo l’addio di Pippo Inzaghi nel 2012, colonna del Milan per oltre 10 anni, il ruolo di prima punta ha subito una vera e propria condanna. Fernando Torres, Alessandro Matri, Mattia Destro, Luiz Adriano, Gianluca Lapadula,non sono riusciti  a conquistare una maglia da titolare, al punto da essere ceduti in breve tempo, senza troppi rimpianti. Solo il colombiano ha interrotto la sfortuna delle punte rossonere. 31 gol in campionato, a fronte di 70 presenze in due stagioni. Non male come bottino.

Quindi, a meno del riscatto da parte dei sottomarini gialli (cosa altamente probabile), o un’offerta pervenuta da qualche altro club (Cina o USA), Carlos Bacca potrebbe eccezionalmente restare in quel di Milanello. Sarebbe certamente un usato sicuro, che garantirebbe i suoi 15 gol stagionali. Un apporto da numero 9, che in tal modo permetterebbe di far continuare senza troppi problemi il processo di crescita del baby Cutrone, esploso nella stagione appena conclusa. Inoltre Carlos Bacca rappresenterebbe una ghiotta possibilità per risparmiare sulle casse della società. Un centravanti di livello costerebbe troppo, andando ad influire sulla difficile situazione economica del club.

  •   
  •  
  •  
  •