Milan, per André Silva possibile approdo al Monaco. Mirabelli ne discute con Mendes

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui
MILAN, ITALY - OCTOBER 15: Andre Silva of AC Milan looks on during the Serie A match between FC Internazionale and AC Milan at Stadio Giuseppe Meazza on October 15, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Andre Silva – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Era arrivato l’estate scorse nella faraonica campagna acquisti della nuova proprietà cinese che per strapparlo alla concorrenza aveva investito poco meno di 40 milioni di euro. Ma André Silva, in questa sua prima stagione italiana, ha deluso le aspettative e adesso il Milan pensa anche ad una sua possibile partenza.

Difficoltà. Arrivato nella milano rossonera con un curriculum di tutto rispetto, anche a livello internazionale, André Silva ha pagato a caro prezzo le difficoltà di ambientamento in un nuovo paese e in un nuovo campionato. Per il gioiellino portoghese, costretto ai margini anche dall’esplosione di un altro baby bomber, Patrick Cutrone, poche presenze da titolare e tanti spezzoni di partita non proprio sfruttati al massimo. Per poter festeggiare la sua prima rete in Serie A ha dovuto aspettare – e con lui tutti i tifosi del Milan – fino a marzo. Certo, il suo gol è valso alla squadra 3 punti importantissimi anche in chiave europea ma l’attesa è stata davvero troppo lunga.

Europa League e Nazionale. Ma se in campionato faticava a trovare spazio in Europa League era quasi sempre in campo dal primo minuto, almeno nella fase a gironi, esordendo con una tripletta ai danni dell’Austria Vienna. Ad André Silva però, il minutaggio ridotto con il suo club, non è costato il posto in nazionale. Anzi, con la maglia del Portogallo sembrava perfettamente a suo agio e collezionava prestazioni ben differenti – per qualità e risolutezza sotto porta – da quelle mostrate indossando il rossonero. Con un André Silva in splendida forma e trascinati da un Cristiano Ronaldo travolgente, il Portogallo ha strappato il pass per il prossimo Mondiale di Russia.

Mercato. Gli ultimi segnali che arrivano dal gioiellino portoghese sono interessanti ed entusiasmanti, soprattutto per il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, che potrebbe scegliere di puntare su di lui per questo finale di stagione. Un modo per dargli fiducia e valutare quale sia la scelta migliore in vista del prossimo campionato. Farlo restare a Milanello oppure cederlo, magari in prestito, in un club dove possa trovare continuità prima di rientrare alla base. Il club rossonero non può permettersi di registrare a bilancio una minusvalenza eccessiva e quindi la coppia Fassone-Mirabelli è al lavoro per trovare la soluzione ideale per entrambe le parti. Alla fine sarà decisiva anche la volontà del portoghese che sembra però voler restare a Milano per dimostrare il suo valore.

A Monaco per Keita. Su André Silva c’è da tempo l’interesse del Monaco che vorrebbe portare l’attaccante nel Principato per provare a spezzare l’egemonia del PSG in Ligue 1. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, nei giorni scorsi a Madrid – subito dopo la semifinale tra i blancos e il Bayern Monaco – ci sarebbe stato un incontro, una cena, tra il direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, e Jorge Mendes il procuratore dell’attaccante. Ma i due non erano soli, con loro c’era anche il Micheal Emenalo il ds dei monegaschi. Il club rossonero, anche in ottica del fair play finanziario, punterebbe ad uno scambio di prestiti con Keita, l’ex talentino della Lazio – che ha lasciato Formello dopo un lungo tira e molla con il presidente Lotito – da sempre nel mirino della dirigenza milanese. E il senegalese si adatterebbe perfettamente allo scacchiere tattico del Milan del futuro vista l’intenzione di Gattuso di spostare Calhanoglu dietro le punte liberando così l’out di sinistra.

  •   
  •  
  •  
  •