Pogba, parla Solskjaer: “Vogliamo tenere i migliori”

Pubblicato il autore: Stefano Andrea Pozzo Segui


Paul Pogba
rappresenta uno di quei giocatori che la Juventus, e Fabio Paratici, vorrebbero riportare a Torino per donare al centrocampo di Maurizio Sarri un giocatore di caratura nazionale che conosce il campionato e che non ha mai dimenticato l’ambiente che più ne ha valorizzato la crescita professionale.
Sul francese, però, è sempre viva la concorrenza del Real Madrid di Zinedine Zidane che vede in Pogba l’elemento ideale per ringiovanire e rinforzare il centrocampo madrileno, ma esattamente come in casa Juventus, Florentino Perez non ha intenzione di spingersi oltre a certe cifre, e soprattutto, sarebbe decisiva la volontà del numero 6 francese di abbassarsi lo stipendio.
A spaventare ulteriormente le pretendenti di Pogba, le dichiarazioni dell’allenatore del Manchester United Ole Gunnar Solskjaer, che nella giornata di oggi ha parlato delle intenzioni dei red devils nel prossimo calciomercato, e nel farlo, è tornato a parlare della difficile situazione che l’ex juve avrebbe vissuto in Inghilterra in questi mesi:

“Pogba? Non posso commentare quelle che sono le discussioni tra giocatori e società, ma ovviamente la nostra intenzione è quella di trattenere i giocatori migliori. Vogliamo costruire una squadra forte per il futuro. Pogba da quando è tornato dall’infortunio sta sempre meglio, ora penso solamente a godermi il suo modo di giocare e poi vedremo questa strada dove porterà.”

Dopo mesi travagliati e costellati da diatribe interne tra Pogba, la società e il procuratore Mino Raiola, dove il francese è stato spesso accomodato in tribuna o in infermeria a causa di problemi fisici, il calciatore ha ritrovato la continuità di gioco che gli sta permettendo di confermarsi su grandi livelli, con lo United che da gennaio ha nettamente migliorato la sua stagione grazie anche all’arrivo di Bruno Fernandes.
Al termine della partita contro il Bournemouth vinta dai diavoli rossi per 5-2 il centrocampista francese è tornato a parlare della situazione attuale:

“Sono davvero felice di essere tornato, di allenarmi, di calciare la palla, perché fare ciò che amo è fantastico. Mi è mancato così tanto. Adesso giochiamo molto più di squadra: difendiamo insieme, attacchiamo insieme e la squadra risulta più forte. I giocatori in panchina che poi subentrano riescono sempre ad aiutare la squadra, con la giusta mentalità. Quando guardo Bruno Fernandes, Rashford, Marial e Greenwood da lì dietro mi diverto, li vedo segnare e passo il tempo ad applaudirli, è fantastico, mi fanno amare il calcio in ogni partita.”

Pogba ha un contratto in scadenza nel 2021 ma è presente un’opzione a favore della società inglese per prorogare l’accordo fino al 2022, e le parole del giocatore sembrano evidenziare che in qualche modo la partenza del francese non è così scontata, e che se Juventus Real Madrid decidessero di affondare con decisione, dovranno far fronte alle richieste di una società e di un giocatore che rispetto a qualche mese fa non hanno più problematiche interne.
Pogba da quando è tornato a Manchester è spesso finito nel centro delle critiche dei giornali e di ex giocatori del club che non hanno reso facile l’avventura del Polpo in questi mesi, ma ora la situazione sembra essersi parzialmente risolta con la squadra che ne ha beneficiato, soprattutto in termini di risultati. Se la Juve o il Real vorranno prendere Pogba,il prezzo da pagare sarà salatissimo e sarà determinato dalla effettiva volontà del francese di cambiare aria, che in questo momento sembra meno ferrea rispetto a qualche mese fa.

LEGGI ANCHE: “Adama Traore – Juventus, i bianconeri in pole”

  •   
  •  
  •  
  •