Milan, Franck Kessié incontro per il rinnovo: al momento non risolutivo

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Casa Milan Franck Kessiè il centrocampista ivoriano è in fase di scadenza contrattuale (2022), l’agente personale e la dirigenza rossonera si incontrano per prendere una decisione. Al momento il giocatore porta a casa un guadagno di 2,2 milioni a stagione e vorrebbe un ingaggio quantomeno raddoppiato. Sembra che al momento non si vogliano raggiungere tali somme, le parti si riaggiorneranno. Questo è sicuramente un buon momento per pensare bene e valutare ogni rinnovo, approfittando della sosta per gli impegni alle Nazionali. Sono giocatori importanti della rosa del tecnico Stefano Pioli che al momento si trovano in bilico e attendono una risposta, ad esempio l’urgenza di Gigio Donnarumma. A Franck Kessié hanno dedicato la giornata di giovedì 25 marzo ma l’incontro non è risolutivo.

Milan, Franck Kessié: qual’è l’obiettivo dell’ivoriano?

Milan, Franck Kessié classe 96′ è un centrocampista milanista e della nazionale ivoriana. Giunge alla maglia rossonera nel 2017, il guadagno attuale si aggira sui 2,2 milioni di euro a stagione. Un percorso in continua crescita per Franck con un alto rendimento fisico, ad oggi richiesto anche in diversi club europei. Il procuratore avrebbe chiesto circa il doppio dell’attuale stipendio (2,2 milioni), circa 4,5 milioni di euro netti a stagione. Il giocatore al momento colleziona 27 presenze in campionato con 9 gol portati a segno servendo 4 assist, 1 rete portata a segno in Europa League in 8 presenze. Nonostante i numeri sicuramente distinti, il Milan non è ancora giunto a offrire tale somma. I rossoneri restano comunque ottimisti e sperano di raggiungere un accordo quanto prima possibile.

Leggi anche:  L'Atalanta blinda mister Gasperini fino al 2024

Numerosi i big rossoneri in fase di rinnovo

Oltre alla questione Donnarumma e Franck Kessiè, il Milan deve far fronte al rinnovo contrattuale di altri big del team rossonero: Hakan Calhanoglu, Davide Calabria e Alessio Romagnoli (scadenza 2022). L’obbiettivo a mantenere i leader senza fare follie economiche e mantenersi su cifre opportune. Per Calabria e Romagnoli potrebbero aprirsi le porte del mercato, qualora non si giungesse a una cifra adatta a entrambe le parti. Accadesse lo stesso per Calhanoglu (scadenza 30 giugno) e in caso di mancato rinnovo, avrebbe la libera opportunità di accordarsi con una nuova società.

  •   
  •  
  •  
  •