Rivoluzione Juventus: si riparte da Pogba?

Pubblicato il autore: Martina Musu Segui

Rivoluzione Juventus: Paul Pogba potrebbe essere il nuovo acquisto fondamentale per il club?

 

Paul Pogba, considerato oggi uno dei maggiori talenti della sua generazione, è uno dei più grandi centrocampisti in circolazione. Inserito nelle giovanili del Manchester United e nella Under-18, dimostra fin da subito le sue abilità firmando la sua prima rete contro il Chelsea. Dopo poco tempo, il giovane francese esordisce in prima squadra nella Football League Cup. Paul, però, non è contento, perché la società non gli offre lo spazio che lui desidera. Dopo un infortunio alla caviglia, si ritira dalla squadra. Il 3 agosto 2012 il calciatore approda alla Juventus a parametro zero. Inizialmente acquistato come “sostituto” di Andrea Pirlo, emerge subito nel ruolo di mezzala, trovando il suo posto all’interno della squadra. Con la maglia bianconera vince quattro campionati italiani consecutivi, due Coppe Italia e tre Supercoppe di Lega. Il 9 agosto 2016 Pogba torna al Manchester United. I Red Devils, per riacquistare a titolo definitivo il loro ex talento, hanno sborsato circa 105 milioni di euro. Mino Raiola, procuratore del calciatore, ha affermato che in quel momento si è trattato del trasferimento più oneroso nella storia del calcio.

Leggi anche:  Il Milan sferra l'attacco per il difensore francese

Rivoluzione Juventus: si riparte da Pogba?

Ieri si è disputato il match di Europa League tra Manchester United e Roma, vinto dai Red Devils per 6-2. Paul Pogba è andato a segno con una rete al 75′ minuto. Il suo procuratore Mino Raiola, però, lo ha praticamente messo sul mercato, rendendo pubblica la volontà del giocatore di lasciare il club inglese. Il calciomercato estivo della Juventus partirà dal possibile assalto a Pogba. I rapporti tra il re del calciomercato e la squadra sono ottimi e i colloqui per i giocatori sono frequenti. Paul non ha mai nascosto il suo amore per la Juve, affermando di essersi sempre sentito amato dai tifosi e che Torino è come casa sua. Un vera rivoluzione del club bianconero che potrebbe coincidere con il ritorno di Massimiliano Allegri, candidato numero uno a sostituire la panchina di Andrea Pirlo.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura

 

  •   
  •  
  •  
  •