Ecco il futuro di Pirlo, il “maestro” resta in Serie A

Pubblicato il autore: andrea terreni Segui


L’ex allenatore della Juventus non sta perdendo tempo e sembra aver trovato la sua nuova collocazione. Il futuro di Pirlo sarà ancora in Serie A, molto probabilmente sulla panchina dei neroverdi del Sassuolo, orfani della partenza di De Zerbi. La destinazione sarebbe molto gradita anche dalla Juventus che contribuirebbe a pagare lo stipendio da 1,8 milioni di euro annui e che continuerebbe a monitorare la crescita del tecnico bresciano in una squadra da sempre considerata affiliata.

Il maestro potrebbe continuare a Sassuolo la sua sperimentazione tattica, trovando un gruppo giovane e ben disposto ad ascoltarne i dettami. In rosa sono presenti calciatori in grado di difendere a 3 oppure a 4 e di effettuare con disinvoltura la costruzione dal basso. Dettami tattici che hanno caratterizzato, in negativo, l’esperienza alla Juventus.

Il futuro di Pirlo a Sassuolo: con lui Fagioli, Frabotta e Dragusin

L’eventuale approdo di Andrea Pirlo sulla panchina degli emiliani faciliterebbe anche l’approdo di Thomas Locatelli alla Juventus. Il tecnico bresciano infatti gradirebbe come contropartite tecniche tre giovani che ha già allenato nella stagione in corso a Torino. Gianluca Frabotta sarebbe un’opzione per la fascia sinistra, sia come terzino che come uomo a tutta fascia. Fagioli potrebbe essere la rivelazione della stagione: ha doti tecniche e tattiche notevoli, manca di esperienza, ma Sassuolo potrebbe essere la piazza giusta. Radu Dragusin ha già dimostrato qualità importanti e potrebbe trovare minutaggio che alla Juventus non avrebbe assolutamente garantito.

Leggi anche:  Pronto il nuovo centrocampista per il Napoli!

In ogni caso la Juventus si terrebbe la possibilità di eventuali riacquisti, soprattutto sul biondo centrocampista e sul difensore rumeno. Il futuro di Pirlo potrebbe portarlo in Emilia e muovere pedine importanti in un mercato che si annuncia fantasioso e bloccato.

In ogni caso la destinazione Sassuolo svela come la Juventus continui a monitorare il suo ex tecnico, riconoscendogli doti e potenziale già espressi questa stagione.

  •   
  •  
  •  
  •