Per l’esterno è lotta a due Inter-Juventus

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco Segui

Il duello Inter-Juventus è quello che negli ultimi anni ha acceso la serie A in varie occasioni. Ed è stata proprio la squadra neroazzurra a “spodestare” la Juventus dopo un decennio di dominio bianconero. E ora la sfida si sposta in ambito mercato e l’oggetto del desiderio delle due società è lo stesso: Alessandro Florenzi. L’esterno italiano, attualmente impegnato ad Euro 2020 con la nazionale di Roberto Mancini, farà ritorno a Roma dal PSG (che ha deciso di non riscattarlo). E dopo Parigi potrebbe esserci nuovamente l’Italia nel suo futuro, ma non a Roma.

Florenzi, addio alla Roma dopo 20 anni quasi

Per l’esterno la stagione coi parigini è stata molto buona, collezionando 21 presenze e due reti. Per lui è il secondo prestito dopo quello meno fruttuoso al Valencia. In Spagna per lui solo 12 presenze e nessuna rete. Le prestazioni di Florenzi coi parigini, però, hanno attirato l’interesse delle due big italiane, disposte a prenderlo. L’Inter farebbe di lui l’erede del partente Hakimi (conteso da mezza Europa), la Juve gli affiderebbe la fascia destra attualmente carente. Per lui, alla Roma dal 2002, sembra essere arrivato il momento di salutare definitivamente.

Leggi anche:  LIVE calciomercato Napoli: ultime trattative e rumors di mercato minuto per minuto

Interessi dall’Inghilterra

Il prezzo del cartellino del classe 91′ si aggira sui 7-8 milioni di euro e rappresenta un’alternativa valida e a costo ridotto. Attualmente, oltre all’interesse delle due società italiane, si registra anche l’interesse di due società inglesi: Leicester e Aston Villa ( che ha ufficializzato l’ex neroazzurro Ashley Young) pronte a prenderlo. Ambedue le società inglesi sarebbero disposte ad offrire alla Roma una cifra leggermente inferiore ai 10 milioni di euro e al calciatore un triennale da 2,5/3 milioni annui. Dopo le esperienze in Francia e in Spagna, l’idea di giocare in Inghilterra stuzzica molto al calciatore che, però, andrebbe in società di “secondo” livello. Per questo le idee Juve e Inter gli risultano più congeniali.

  •   
  •  
  •  
  •