5^ tappa Tour 2014, vince Boom. Straordinario Nibali, Froome si ritira

Pubblicato il autore: Vincenzo Di Vaio Segui

5^ tappa tour 2014

Roma – La mini classica di oggi entra prepotentemente nella storia della Grand Boucle di quest’anno. Il pavè ed il fango che hanno accompagnato i corridori nella 5^tappa del Tour regalano la gloria a Tim Boom, bravissimo ad attaccare a 4 km dal traguardo, prendendo il largo dalla fuga iniziata nella parte centrale della tappa e che vedeva con lui la maglia gialla Nibali, Cancellara e Sagan insieme ad un altro pugno di corridori. La vittoria in solitaria dell’olandese della Belkin completamente trasfigurato da fango e fatica riporta alla mente imprese d’altri tempi. Ottima la prova del nostro Vincenzo Nibali, terzo a 19” dal vincitore: il siciliano ha rafforzato la sua leadership ala luce del crollo di Contador (arrivato con 2’28” da Boom) e l’abbandono clamoroso di Chris Froome. Ora lo Squalo dello Stretto ha un avversario in meno ed un altro già alle corde, ma soprattutto si riscopre come il favorito alla vittoria finale, quando siamo solo alla 5^ tappa del Tour.

Chris Froome alza bandiera bianca

Il capitano del Team Sky cade a più di 120km dall’arrivo e si evince la fatica a rientrare nel gruppo ed a tenere la ruota dei compagni. Il numero 1 dello scorso Tour, subito molto dolorante, ricade dopo una cinquantina di km e dopo qualche secondo di confusione decide di salire in ammiraglia ed abbandonare la 5^ tappa rinunciando, quindi, a continuare la Grandd Boucle. La pioggia c’ha messo il suo rendendo viscido il fondo stradale, ma il britannico soffriva ancora della caduta rimediata ieri, ed ha perso il controllo in posti non pericolosi (in entrambi i casi Froome era in un rettilineo asfaltato) prima che i corridori arrivassero nella difficilissimo percorso in pavè, sintomo concreto di una forte perdita di fiducia in sé stesso e verso la sua guida. Il Tour perde uno dei suoi protagonisti annunciati.

  •   
  •  
  •  
  •