Martinelli motiva Nibali e Aru. Le dichiarazioni

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Martinelli motiva Nibali e Aru
Martinelli motiva Nibali e Aru in un’intervista rilasciata in esclusiva al sito Oasport. Il direttore sportivo dell’Astana ha affrontato tante tematiche legate al ciclismo soffermandosi anche sul motivare sia Vincenzo Nibali sia Fabio Aru, entrambi con un passato nel suo team. Martinelli considera Nibali il faro e su questo aspetto ha spiegato: “Potrebbe essere un po’ la sorpresa del Giro. Vincenzo deve insistere, perchè è il faro del ciclismo italiano, quindi io spero che duri ancora. Che non ci pensi neanche a smettere, perchè secondo me, quando parte lui, può sempre succedere qualcosa. Ha ancora una grandissima voglia di correre e di mettersi in gioco. E poi potrebbe fare un po’ da traino per coloro che devono arrivare”.


Martinelli motiva Nibali e Aru. Le parole su Aru

Nell’intervista ha motivato anche Fabio Aru, sottolineando: “Quando ha lasciato la nostra squadra, a me è dispiaciuto molto. Quest’anno l’ho sì visto in poche corse, ma ho comunque notato un Fabio Aru che ha ritrovato un po’ di serenità per correre e mettersi in gioco. Deve essere contento anche se non è protagonista al 100% ed è questo che gli è mancato negli ultimi anni. Secondo me si era messo in testa tante piccole cose da togliere energie a quello che poteva essere l’aspetto fisico più che quello psicologico. Insomma, era diventato più importante esserci con la testa che con le gambe. Adesso l’ho visto totalmente ristabilito. Non so cosa riuscirà a fare, ma io gli auguro di essere sereno, perchè correre in bicicletta è ciò che ama di più”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Giro d'Italia 2023, ci sarà anche Remco Evenepoel