Doping, pesante squalifica per un corridore

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Doping
Doping, pesante squalifica per un ex corridore del team Vini Zabù. Infatti, è di oggi l’annuncio da parte dell’Unione Ciclistica Internazionale della squalifica per tre anni di Matteo Spreafico. L’ex corridore della Vini Zabù era risultato positivo all’ostarina, in un controllo antidoping effettuato durante la scorsa edizione del Giro d’Italia, precisamente nelle giornate del 15 e 16 ottobre.

Doping, pesante squalifica per Matteo Spreafico

Il corridore Matteo Spreafico, ai tempi della positività in forze al team Vini Zabù, era stato sospeso nell’immediato dall’UCI. Come in tanti ricorderanno, non prese il via alla 19esima tappa del Giro d’Italia. Con l’annuncio odierno dell’Uci, il corridore dovrà stare lontano dalle corse fino al 21 ottobre del 2023. Sempre al riguardo di questo caso, tutti i risultati ottenuti dal corridore in quella corsa rosa sono stati annullati.
Si chiude così un’altra vicenda triste legata al tema del doping, che ormai da anni sta travolgendo il mondo del ciclismo. Non ultimo, il caso di un altro corridore del team Vini Zabù, Matteo De Bonis, trovato positivo all’Epo. Qui, il team ha da subito scelto di squalificare il corridore e di autoescludersi dal Giro d’Italia, in partenza proprio il prossimo 8 maggio, a cui di diritto avrebbe dovuto partecipare come squadra.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fabio Aru parla del suo malessere. E ora che cala il sipario, si alzi il rispetto
Tags: