Quintana, confermata la squalifica per doping. Il Tas respinge il ricorso. La reazione del colombiano

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Quintana, confermata la squalifica
Quintana, confermata la squalifica per doping. Il Tas infatti ha respinto il ricorso del corridore colombiano. Ricordiamo che Nairo Quintana era risultato positivo al Tramadol in un controllo antidoping effettuato nel periodo del Tour de France. Nel comunicato si legge: “L’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) accoglie con favore la decisione odierna del Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) che conferma la squalifica del corridore colombiano Nairo Alexander Quintana Rojas dal Tour de France 2022 per violazione del divieto di utilizzo del tramadol durante le competizioni. Questa decisione rafforza la validità del divieto di tramadol nel regolamento medico dell’UCI al fine di proteggere la salute e la sicurezza dei corridori. L’UCI non farà ulteriori commenti su questo argomento”.

 

Quintana, confermata la squalifica per doping. La reazione del colombiano

Il corridore ha mandato un video ai media dove ha commentato la decisione spiegando: “Il risultato del Tas non è stato buono per me. Lo dico con tristezza, ma dico con orgoglio che in tutta la mia carriera sportiva ho avuto più di 300 controlli antidoping, circa tre al mese, e non c’è mai stato un problema di doping. Ci sono molti motivi per cui non ho preso questo prodotto, ma purtroppo questo è stato il risultato. Ne riparleremo nei dettagli, di come è andata, del procedimento e di come abbiamo presentato la nostra difesa e del perché il TAS non l’ha riconosciuta valida. Tuttavia, le cose stanno così, la vita va avanti e la tempesta passa. Continuo a guardare avanti. Ho una bella famiglia al mio fianco, un paese e grandi amici che mi appoggiano e li voglio ringraziare per questo”.

  •   
  •  
  •  
  •