Giro d’Italia, Nibali soddisfatto: “Teniamo duro”

Pubblicato il autore: andrea terreni Segui


Al termine della quarta tappa con arrivo a Sestola, dopo una giornata passata quasi interamente sotto la pioggia Vincenzo Nibali è arrivato 27° al traguardo da Joe Dombrowski, che faceva parte della fuga di giornata. Il siciliano sta testando la sua condizione dopo l’infortunio in queste prime giornate del Giro d’Italia, Nibali ha soltanto qualche giorno di gara nelle gambe eppure oggi ha mostrato una buona tenuta in un percorso molto selettivo.

Nibali arrivato in un gruppetto con altri leader ha pagato 34″ da Egan Bernal, Landa e dal compagno Ciccone, all’attacco anche oggi.

“È stata una giornata dura e non nascondo che ho patito – ammette lo Squalo dello Stretto, pur relativizzando un risultato che, vista anche la tappa molto impegnativa nel suo complesso avrebbe potuto essere decisamente più pesante, come per altri leader – C’era da difendersi e, per come andata, sono discretamente soddisfatto. Credo che oggi poteva finire peggio per me. È stata la prima tappa dura del Giro, il distacco è stato comunque contenuto. Teniamo duro”.

Giro d’Italia, Nibali scatena Ciccone a Sestola

“L’ho detto ieri, ho poco da perdere e voglio seguire un po’ le sensazioni. Ho bisogno di trovare riscontri dopo oltre un mese di lontananza dalle corse. Sentivo di voler attaccare e anche oggi ho assecondato l’istinto”. Queste le parole di Ciccone all’arrivo.

Il duo della Trek – Segafredo, con diverse prerogative di partenza, è sembrato abbastanza in palla e si candida ad un ruolo da protagonista per i prossimi giorni.

L’impresa di De Marchi vale la Maglia Rosa

Detto della buona corsa di Nibali e Ciccone resta da rimarcare la meravigliosa impresa di Alessandro De Marchi. Il rosso di buja 2° al traguardo oggi dopo una lunga fuga, conquista a sorpresa la maglia rosa. Un grande riconoscimento per una carriera sempre all’attacco e di grandissimo sacrificio.

  •   
  •  
  •  
  •